| categoria: In breve, Senza categoria

Ruby, riprende il processo, atteso lo stop per rimessione

Con una richiesta di legittimo impedimento di Silvio Berlusconi e dei suoi due difensori, impegnati a Roma in una riunione dei gruppi del Pdl di Camera e Senato, riprende domani pomeriggio a Milano il processo sul caso Ruby nel quale il Cavaliere è imputato per concussione e prostituzione minorile. Processo di cui l’ex capo del Governo chiederà la sospensione immediata in quanto, come quello in appello sulla vicenda Mediaset, è al centro dell’istanza di rimessione per legittimo sospetto che sarà discussa dalla sesta sezione della Cassazione il prossimo 18 aprile. E proprio in attesa del pronunciamento della Suprema Corte sulla richiesta di trasferimento a Brescia dei due processi milanesi a carico dell’ex premier, anche il dibattimento di domani, come è accaduto ieri per quello sulle presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv, dovrebbe essere congelato. Pur non sapendo se il Tribunale sceglierà la strada imboccata ieri dalla Corte d’Appello – ha concesso il legittimo impedimento a Berlusconi rinviando al 20 aprile senza però sospendere il procedimento – è probabile, salvo colpi di scena, che la conclusione della requisitoria con la richiesta di condanna da parte del procuratore aggiunto Ilda Boccassini venga rimandata ancora di un mese. Dopo di che, tempo poche udienze, dovrebbe arrivare la sentenza. Questo a meno che gli ermellini non decidano per il ‘trasloco’ davanti ai giudici bresciani

Ti potrebbero interessare anche:

Maxi-indennizzo a Tapie, Lagarde interrogata
«Trierweiler prende a schiaffi il cliente di un bar. Le aveva chiesto di Hollande»
XFactor, ultime selezioni prima dei Live Show
Acquisti online: dalla tecnologia ai ricambi auto i settori più attivi
Prevenzione malattie infettive, protocollo d'intesa Spallanzani-Città Metropolitana
Sindacati all'attacco, le strutture private non applicano il CCNL appena rinnovato



wordpress stat