| categoria: In breve

Appalti pubblici, sindaco del Beneventano scarcerato e poi riarrestato

Rimessi in liberta’ per un vizio di forma tornano agli arresti domiciliari dopo poche ore. Raimondo Mazzarelli, sindaco di Casalduni in provicia di Benevento, e il caposervizio amministrativo Cosimo D’Addona sono stati raggiunti da una nuova ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Benevento dopo che i giudici del Riesame di Napoli questa mattina avevano dichiarato inefficace la misura cautelare non riuscendo ad aprire i file relativi al procedimento contenuti in un cd rom, ed essendo trascorsi i 5 giorni a disposizione del pm per la trasmissione degli atti. Il gip di Benevento ha ritenuto pero’ l’ammissibilita’ della reiterazione delle ordinanze delle misure cautelari e la sussistenza dei presupposti per l’accoglimento dell’istanza formulata dal pubblico ministero in relazione ai gravi indizi di colpevolezza degli indagati. Mazzarelli e D’Addona erano stati arrestati assieme ad altri imprenditori del beneventano il 19 marzo scorso, nell’ambito di un’inchiesta su alcuni appalti pilotati.

Ti potrebbero interessare anche:

Rifiuti: Campidoglio, chiuso bando gestione Cdr, ecco i vincitori
INDIA/Elezioni: Arvind Kejriwal, il grillo di Nuova Delhi
Enogastronomia, il Trentino punta sul "grappa-turismo"
SLOVACCHIA/ Fermati 20 stranieri dopo gli attentati di Parigi, alcuni già espulsi
Inchiesta sui canili: chiesta archiviazione per Raggi. Era indagata per omissione in atti d'ufficio
Napolitano trasferito in reparto, in ottime condizioni



wordpress stat