| categoria: politica, Senza categoria

Deputati grillini contestati fuori da Montecitorio

“Votate la fiducia”. Piccola contestazione per due deputati del Movimento 5 Stelle. Massimo Artini era uscito dalla sede dei gruppi di Montecitorio, quando é stato avvicinato da una persona che ha iniziato a polemizzare sulla linea del M5S. Si sono poi aggiunte le voci di altri passanti e si sono avvicinati curiosi attratti dalla scena, che si è fatta tanto animata, da allertare i Carabinieri. In difesa di Artini è intervenuto Massimo De Rosa, altro deputato M5S: “Ci stavano demolendo. Non potevo stare zitto”.A pochi metri dall’ingresso di Montecitorio, Massimo Artini, deputato del M5S, viene avvicinato da un uomo che con toni molto animati critica la linea tenuta dai parlamentari del Movimento 5 Stelle e in particolare la scelta di non votare la fiducia a Bersani. A lui si aggiungono altre persone, che si uniscono alla discussione, con toni più pacati: “Dire no a tutto è sbagliato”, fa notare tra l’altro ai ‘grillini’ Antonio Sciarrino, uno dei contestatori. Vista la scena, si avvicina Massimo De Rosa, altro deputato del M5S, che si sente dare del ‘bamboccione’: “Non mi faccio dire sveglia bamboccione da lei – replica allora al contestatore più esagitato – In questo Paese se uno è coerente viene attaccato. Perché non se la prende con chi ha affossato l’Italia?”. Ma un uomo, cercando di essere conciliante, interviene: “Fate in modo che questo signore alla fine non abbia ragione, fate l’alleanza e salvate il Paese”.
Il botta e risposta va avanti per un po’ e attorno ai parlamentari ‘grillini’ si raduna una piccola folla. Visti gli animi surriscaldati, arrivano sul posto anche alcuni Carabinieri, che cercano di riportare la calma. “Ci stavano demolendo. Non potevo stare zitto – racconta subito dopo De Rosa, parlando con i giornalisti a Montecitorio – C’era un contestatore di professione, che gridava solo quando era a favore di telecamere. Certe cose non le ha dette probabilmente a chi c’é stato per venti anni e le viene a dire a me che sono qui da due settimane”. “I soliti troll”, cerca di sdrammatizzare un deputato ‘grillino’, che dà al collega una pacca sulla spalla.

Ti potrebbero interessare anche:

Napolitano, niente elezioni. Serve stabilità, Pd decida
GIUSTIZIA/ I sindaci di Pescara, Parma e Latina fanno fronte comune in difesa dei loro Tar
Pasqua e primavera sulle Dolomiti, tutte le proposte di Cortina. Impianti aperti fino a maggio
VATILEAKS 2/ Contestata anche l'associazione a delinquere
Sgarbi presenta l'assessore in pectore Morgan e annuncia Chiambretti al Traffico
M5S,VARIAZIONE BILANCIO DA 15 MLN,FONDI A METROPOLITANE



wordpress stat