| categoria: Senza categoria, sport

Doppio Vucinic e la Juve liquida la pratica Pescara

La Juventus sfonda il fortino del Pescara grazie a una doppietta di Vucinic e si porta momentaneamente a +12 sul Napoli. Il testacoda del campionato finisce 2-1: una missione compiuta non senza fatica dai bianconeri. Il montenegrino sblocca il risultato alla mezz’ora della ripresa, poi concede il bis che mette in cassaforte i tre punti. Nel finale il Pescara, in inferiorita’ numerica dopo l’espulsione di Rizzo, tira fuori l’orgoglio e accorcia le distanze con uno splendido gol di Cascione, ma non basta per riaprire il match. La ‘vecchia signora’ festeggia tre punti fondamentali nella corsa scudetto e ora puo’ concentrarsi su un’altra missione: la rimonta sul Bayern nel secondo round dei quarti di Champions. Unico neo, l’infortunio al ginocchio di Giovinco nel primo tempo. Conte fa riposare Pirlo e Marchisio, Storari fra i pali sostituisce l’influenzato Buffon. Nonostante il turn-over la Juventus resta di un altro pianeta per il Pescara, Bucchi lo sa e prepara una partita tutta in difesa. Le occasioni per i bianconeri fioccano, ma l’equilibrio nel primo tempo regge grazie a un Pelizzoli in versione super. Il portiere e’ determinante gia’ al 12′ quando respinge la bella girata di Giaccherini, poi si ripete al 16′ neutralizzando col corpo la conclusione ravvicinata di Giovinco. Non passano nemmeno 10 minuti e il portiere sventa altre due palle-gol per la Juventus sbarrando la strada a Vucinic e Vidal. L’assedio continua anche dopo l’infortunio al ginocchio destro che alla mezz’ora mette ko Giovinco, uscito dal campo in barella dopo un duro contrasto con Capuano. Entra Quagliarella e dopo pochi minuti il n.27 sfiora il gol del vantaggio con un potente destro da fuori: Pelizzoli sfiora e il pallone si stampa sul palo. La porta del Pescara resta inviolata anche al 43′: Giaccherini ci prova dal limite dell’area con un destro indirizzato all’angolino e Pelizzoli, nemmeno a dirlo, ci mette una pezza. Il copione non cambia nella ripresa. La Juventus prova a sfondare il fortino degli ospiti ma la porta sembra stregata. Vucinic ci mette del suo sbagliando un facile tap-in in avvio, Pelizzoli si esalta ancora al 54′ sulla splendida conclusione al volo di esterno di Quagliarella. La svolta del match arriva al 72′ quando il Pescara si fa sorprendere da uno schema della Juventus su punizione. Vidal va giu’ in area sulla trattenuta di Rizzo e l’arbitro Peruzzo non ha dubbi: rigore e espulsione. E dal dischetto, Vucinic non sbaglia l’1-0. Il montenegrino ci prende gusto e dopo cinque minuti piazza il colpo del ko: il n.9 si gira in area e con un destro a giro infila di nuovo Pellizzoli. La Juventus spera in un finale tranquillo ma Cascione, gia’ a segno nell’andata, s’inventa un gol da cineteca con un sinistro dalla distanza che sorprende Storari. Il portiere poi si riscatta con la prima parata della partita sulla conclusione da fuori di Sculli. E la Juventus torna a sorridere.

Ti potrebbero interessare anche:

Antitumorali a pagamento, Assotutela presenta un esposto in Procura
Berlusconi: mai immaginato di sedermi a tavola con delle escort
Italia-Australia 20-50, male il test match di rugby
Rcs firma la vendita-affitto di via Solferino
Ibrahimovic dice di no al Milan, nulla di vero, resto al Psg
ATALANTA PADRONA , 3-0 AL SASSUOLO



wordpress stat