| categoria: sanità Lazio

Gerontocrazia (fuori legge?) al comando dell’Umberto I, esposti alla Corte dei Conti

Dopo l’esposto alla Corte dei conti presentato da due diverse organizzazioni sindacali per chiedere ai giudici di fare luce sulla legittimità o meno del contratto del direttore generale del Policlinico Umberto I, Domenico Alessio, stipulato quando il manager aveva compiuto 73 e sulla prosecuzione in servizio del direttore sanitario Amalia Allocca oltre i 65 anni di età arriva un terzo esposto. La materia del contendere è similare: si tratta della responsabile della farmacia Enrica Arduini, il cui incarico , già stipulato per cinque anni a tempo determinato, è stato rinnovato per altri cinque anni ossia fino al settantesimo anno di età. Il coordinatore della Csa Cisal università Giuseppe Polinari ha chiesto ai giudici contabili di avviare un’altra indagine che facesse luce sulla vicenda che a suo parere è al di fuori di qualsivoglia contrattazione in vigore. Infatti secondo la normativa vigente un manager sanitario non può essere nominato oltre i 70 anni di età, un direttore sanitario a 65 anni dovrebbe lasciare il servizio e un dipendente ospedaliero deve fare altrettanto. Qualora la Corte dei conti validasse la materia del contendere decretando le violazioni di legge costoro sarebbero costretti a dimettersi e potrebbero dover versare nelle casse dell’azienda universitaria gli stipendi indebitamente perpepiti.

Ti potrebbero interessare anche:

Gemell​i&fornelli.​it. Quando l'alta gastronomi​a di Heinz Beck incontra la medicina
La Asl di Civitavecchia promossa con riserva dalla conferenza dei sindaci
DIETRO I FATTI/ Zingaretti promette tutto a tutti. Tranne che ai riabilitatori
SERVIZI/ Percorso nascita: Asl Roma 5 dalla parte delle donne
SANITÀ, PAROLIN: «PER BAMBINO GESÙ PROGETTI AUDACI»
Cisl Medici Nazionale e la Cisl Veneto per la tutela della sanità pubblica



wordpress stat