| categoria: Senza categoria, sport

Gestaccio dei ragazzi della Primavera ai tifosi del Napoli, la Juve si scusa

Oggi le scuse di Gian Luca Pessotto, nelle prossime ore una lettera inviata al Napoli con quelle della Juventus. Dopo la stangata del giudice sportivo, che ha inflitto tre giornate di squalifica a Gerbaudo, calciatore Primavera bianconero espulso per aver rivolto gesti offensivi al pubblico napoletano dopo la vittoria nella finale di Coppa Italia, arrivera’ anche la multa del club torinese al ragazzo, per fargli capire che certe intemperanze, inammissibili per i protagonisti delle maggiori serie, lo sono ancor piu’ per chi e’ arrivato solo alle soglie del calcio professionistico. Il tecnico della Primavera, Marco Baroni, aveva gia’ rimproverato il suo giocatore durante il match, invitandolo a smettere. E durante la gara aveva ancora ripreso Padovan, compagno di Gerbaudo, che dopo il gol aveva esultato facendo il segno delle orecchie per zittire il pubblico. ”Posso capire la tensione – era stato il commento a caldo del tecnico della Juventus – perche’ lo scorso anno avevamo perso la finale in casa con la Roma, ma sono gesti che non si fanno”. Anche il viceresponsabile del settore giovanile juventino, Gian Luca Pessotto, aveva subito chiesto scusa a tutti, affermando che ”queste cose non appartengono alla Juventus”. Ma il caso non ha mancato di suscitare polemiche e di rinfocolare la rivalita’ tra Juve e Napoli. ”Tre giornate sono poche – ha commentato Vincenzo Montefusco, ex giocatore del Napoli con lunga esperienza di settore giovanile azzurro – ma sono certo che la Juventus sapra’ agire nel modo giusto. Il ragazzo evidentemente non e’ stato educato bene”. Dura anche la presa di posizione delle istituzioni del pallone. Per Salvatore Colonna, vicepresidente del settore giovanile e scolastico della Figc, ”la sanzione deve essere adeguata al gesto” e, quindi, ”Gerbaudo merita il Daspo”. ”Senza voler ingigantire la questione – aggiunge il presidente dell’Aic, Damiano Tommasi – dico che a quell’eta’ e’ giusto che imparino a gestire lo stress, che da grandi sara’ ancora maggiore. D’altra parte, in certe tribune si vedono scene piu’ pesanti e piu’ provocatorie…”.(

Ti potrebbero interessare anche:

MPS/ Mussari pensava solo a sè, Vigni "regista dei derivati"
La corsa è molto più efficace della camminata per la perdita di peso
Tragedie in montagna, tre morti e tre feriti
Diventa un film la storia nera di Mambro e Fioravanti
TERRORISMO/ Sulla superprocura il governo stringe i tempi
GOLF/ Trionfa Hatton, sfuma sogno Molinari



wordpress stat