| categoria: In breve, Senza categoria

Usa, un uomo sopravvive alle bombe della maratona e alle esplosioni nel Texas

Joe Berti, 43 anni, e’ un vero miracolato: in soli tre giorni e’ sopravvissuto prima all’attentato alla maratona di Boston, e quindi all’esplosione dell’impianto di fertilizzanti a West, in Texas. Lunedi’, l’uomo aveva da pochi secondi tagliato il traguardo della gara nella citta’ del Massachusetts quando e’ esplosa la prima bomba. Tanta la paura: ma per Joe, che correva con Champions for Children, organizzazione che aiuta bambini malati e le loro famiglie, e’ andata bene. E’ rimasto illeso come anche sua moglie Amy. Anche lei e’ stata fortunata: era a poca distanza dal luogo in cui e’ esplosa la seconda bomba e si e’ salvata senza neppure un graffio, mentre la donna che le era di fianco ha perso una gamba. Amy aveva appena scattato una foto del marito. Uno scatto che restera’ indelebile. Passano solo due giorni e la coppia e’ tornata a Austin, in Texas, dove vive, con la speranza di dimenticare la traumatica esperienza e di riprendere una vita normale con le due figlie di 8 e 11 anni. Joe e’ tornato al lavoro: mercoledi’ aveva un incontro a Dallas, e mentre stava rientrando a casa da una lunga riunione lungo alla Interstate 35, ha visto una colonna di fumo nero. Poi ha udito un altro boato, con la macchina che ha sbandato per l’onda d’urto: la tremenda esplosione veniva proprio dallo stabilimento di fertilizzanti di West. ”Sembrava fosse avvenuta una esplosione nucleare, come quelle che si vedono in televisione”, ha raccontato. Senza sapere cosa fosse realmente successo si e’ fermato e ha scattato una foto. Ma anche questa volta gli e’ andata bene. ”A chi mi chiede se mi sento una persona sfortunata – ha spiegato Berti ai media statunitensi – rispondo di no. Anzi, al contrario mi sento fortunato, addirittura miracolato per il fatto che io e mia moglie non abbiamo subito un graffio”.

Ti potrebbero interessare anche:

La Federazione della Stampa: neanche Berlusconi come Grillo negli insulti ai giornalisti
Sanità pugliese in rivolta, a Barletta niente prenotazioni di risonanze per tutto il 2014
Pizza e falconeria, due simboli nostrani candidati a patrimonio dell'Unesco
NATALE/ Non solo abeti, a Taranto si addobba l'ulivo
Prof suicida dopo la condanna per abusi. Negava le accuse
GENOVA/ Il commissario è Gemme, manager con la mamma sfollata



wordpress stat