| categoria: In breve

Vivicittà, in Libano per la chiusura delle Palestiniadi

Una delle precedenti edizioni italiane di Vivicittà

Diffondere un messaggio di pace e di dignità attraverso lo sport. E’ questo l’obiettivo di Vivicittà, la corsa podistica organizzata ogni anno dall’Unione Italiana Sport per Tutti (Uisp), in molte città in Italia e all’estero, che domenica prossima farà tappa a Sidone e Balbeck, le due citta’ che ospitano i campi profughi palestinesi. Un’occasione per Uisp e Ministero degli esteri-Ufficio per la cooperazione con sede a Beirut per confermare i buoni rapporti di collaborazione tra le due città e per stringere concreti progetti di cooperazione comune.
Lo svolgimento di questa corsa podistica, coinciderà con la cerimonia di chiusura delle Palestiniadi, i Giochi sportivi per i giovani palestinesi, in programma a Siblin, a sud di Beirut, dal 26 al 28 aprile.
Oltre 1800 ragazzi e ragazze molto giovani delle scuole palestinesi, libanesi e dei campi palestinesi limitrofi parteciperanno a Vivicittà, dimenticando, almeno per un giorno, la mancanza di spazi nei campi profughi, dove non possono nemmeno giocare. Tre i percorsi da uno a tre chilometri che si snoderanno attraverso la parte centrale del lungomare, vicino all’antico porto romano per concludersi all’interno dello stadio. Ci sarà anche una rappresentanza del contingente italiano dell’Unifil, i militari Onu di stanza nella ‘blue line’, la zona di confine con Israele. A dare il via alla gara il sindaco di Sidone.
Vivicittà è anche un progetto di solidarietà, con una raccolti fondi per il progetto “Sport & Dignity”, che vuole far allestire e attrezzare palestre di soft-boxe nei 12 campi profughi palestinesi in Libano. La corsa podistica si è svolta in Italia lo scorso 7 aprile, ma verrà recuperata a Roma il primo maggio. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Qurinale, voto alla Marini: sono lusingata
CAPANNELLE/ Grandi appuntamenti in arrivo per il galoppo: Dubay Day (11 maggio) e Derby Day (18 magg...
Da Bin Laden a Obama, le "dure scelte" di Hillary
EGITTO/Scontro tra bus per Shar el-Sheik, 38 morti, stranieri feriti
Scheda/ Da Toni a Perin, cartellini rossi da etilometro
Usa: gelo record a New York, ritardi e cancellazioni al Jfk



wordpress stat