| categoria: Il Commento, Senza categoria

Il sindacato solo comparsa sul palcoscenico della crisi

Ieri sera nel salotto di Santoro tra gli ospiti c’era il leader della Fiom, i metalmeccanici della Cgil, Landini. Grosso personaggio, grande appeal televisivo, i tempi e le parole giuste, efficaci. E improvvisamente ci si è resi conto di un particolare importante, sul palcoscenico della crisi, di una assenza ingombrante. Il sindacato. Che fine ha fatto? E la tutela dei lavoratori? Neanche le tante parole del passato, neanche la rassicurante retorica. Niente. Sparita la triplice, la mitica alleanza sindacale, non unoi sciopero, non una pressione popolare. Non bastano poche dichiarazioni, qualche intervista. Il soggetto politico sindacato non ha fatto sentire la sua voce, non ha esercitato una tutela. Non è più tempo, è cambiata la dialettica politica e sociale. Se non servono più passiamo ad altro.

Ti potrebbero interessare anche:

Casa: prezzi 2013 -5,6%, in un anno calo raddoppiato
Scuola, ultime lezioni. E arrivano i calendari pluriennali
Parigi, e' caccia al complice. E Charlie Hebdo torna a pubblicare Maometto
RUGBY/ Mondiali, 23-18 al Canada, prima vittoria per l'Italia
TRASPORTI/ Sardegna, marittimi della Saremar occupano il traghetto della Maddalena
SMOG/ Roma, il 2015 con l'aria peggiore degli ultimi quattro anni



wordpress stat