| categoria: Senza categoria, turismo

Primo maggio “sugli antichi sentieri”, passeggiata nel Parco del Gran Sasso

Torna, in occasione della festa del 1 maggio, la tradizionale passeggiata, proposta dal Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, dalla Pro Loco di Barisciano e dall’Universita’ degli Studi di Camerino, ”Sugli antichi sentieri …alla scoperta dell’Adonis vernalis”, escursione, della durata di circa 2 ore, che sara’ guidata dai botanici del Centro Ricerche Floristiche dell’Appennino e che ripercorrera’ l’antico sentiero de “I Santarelli”, che conduceva gli avi ai fertili terreni di Vallicella. L’Adonis vernalis, e’ una specie erbacea dai grandi e vistosi fiori gialli che fino agli anni Novanta era stata ritenuta estinta in tutta la penisola e, pertanto, inserita nel Libro Rosso delle Piante d’Italia, il volume ufficiale in cui sono catalogate le entita’ floristiche scomparse o sull’orlo dell’estinzione.La pianta venne rinvenuta, invece, nel 1994, sul Gran Sasso, nel territorio di Castelvecchio Calvisio, suscitando grande stupore nel mondo botanico, e successivamente anche nel territorio di Barisciano, in una valletta dove sono concentrati numerosi individui della specie, giunta in Appennino dalle steppe eurasiatiche durante l’ultima glaciazione, come tante altre piante presenti oggi sul massiccio. Fiore simbolo dell’area protetta, per la sua preziosita’ e’ oggi non soltanto strettamente tutelata dall’Ente Parco ma anche oggetto di coltivazione ex situ presso l’Orto Botanico di San Colombo, dove sara’ possibile ammirarla prenotando una visita guidata.

Ti potrebbero interessare anche:

Palazzo Chigi: ripristineremo i fondi per il Comitato Paralimpico
Tivoli, accoltella moglie e figlia di sei anni. La bambina è grave
Pontina caos, partono i lavori. Code, tamponamenti e svicoli chiusi
Il Belgio batte la Svezia 1-0, Ibra torna a casa
Pulizie di bilancio mandano in rosso Banco Bpm, Ubi e Carige
Rai, la Gabanelli sbatte la porta e se ne va



wordpress stat