| categoria: esteri, Senza categoria

SIRIA/ I ribelli (e non Assad) hanno usato il gas sarin?

La fonte e’ autorevole: Carla del Ponte, il magistrato svizzero ex procuratore del Tribunal Penale Internazionale per la ex Jugoslavia dal 1999 al 2007, afferma che le Nazioni Unite hanno le prove che – finora – ad utilizzare “armi chimiche”, a partire dal letale “gas sarin”, in Siria sono stati gli insorti e non gli uomini fedeli al regime di Bashar al Assad. Ad oltrepassare quindi il limite invalicabile (la “red line”) di cui ha parlato piu’ volte Barack Obama, minacciando una reazione se ad usare le armi chimiche fosse stato Assad, sarebbero state le forze dell’opposizione. Lo ha dichiarato ai microfoni della RSI (Radio dela Svizzera Italiana) Del Ponte, membro della Commissione ONU che indaga sui crimini di guerra commessi in Siria. “Stando alle testimonianze che abbiamo raccolto i ribelli hanno usato armi chimiche, facendo ricorso al gas sarin”, ha dichiarato Del Ponte aggiungendo pero’ che, “le indagini sono ben lungi dall’essere concluse”.
“Le nostre inchieste dovranno essere ulteriormente approfondite, verificate e accertate attraverso nuove testimonianze ma, per quanto abbiamo potuto stabilire, al momento sono solo gli oppositori al regime ad aver usato il gas (nervino) sarin” ha sottolineato Carla Del Ponte, stando alla quale solo le indagini, ancora in corso, potranno stabilire se anche il governo di Damasco abbia, o meno, utilizzato questo tipo di armi. Del Ponte spiega che le prove sono state raccolte dagli “investigatori”, Onu, “sul posto nei paesi limitrofi, che hanno interrogato le varie vittime e i medici degli ospedali”. L’ex magistrato elvetico afferma di aver, “visto in un ultimo rapporto della settimana scorsa che ci sono concreti sospetti, se non ancora prove inconfutabili, che e’ stato usato del gas sarin, per come le vittime sono state curate”, e, “questo utilizzo e’ stato fatte da parte degli opponenti…dei ribelli e non dalle autorita’ governative”. Del Ponte punta il dito pero’ non sui siriani anti-Assad ma contro le frange qaediste sottolineando che, “il fatto non ci sorprende perche’ negli opponenti si sono infiltrati combattenti stranieri”.

Ti potrebbero interessare anche:

Royal baby, Kate in travaglio e il mondo attende
La Svizzera boccia il salario minimo più alto del mondo
VENEZIA/ Multe in arrivo per i motoscafi che inseguivano Goerge e Amal
MIGRANTI/ Bloccato camion nel Messico, a bordo 150 nello scompartimento freezer
Cinque Terre, il Ministero finanzierà un progetto per la Via dell'Amore
SCUOLA:SMERIGLIO,AL VIA AVVISO PER ASSISTENZA DISABILI



wordpress stat