| categoria: Senza categoria, sport

Leonardo “sospeso”, rischia un lungo stop per la spallata all’arbitro

Un breve filmato incastra Leonardo e la spallata all’arbitro Alexander Castro finisce davanti alla Commissione disciplinare. Per quel gesto di stizza, al termine dell’incontro con Valenciennes di domenica, il dg del Paris Saint Germain è stato sospeso e ora rischia grosso: il regolamento della Federazione francese di calcio prevede la squalifica da 6 a 12 mesi. Il club, ad un passo dal titolo di campione di Francia, potrebbe essere a sua volta penalizzato e perdere due punti in classifica. Il brasiliano pero’ non ci sta: ”Sono stato spinto. Volevo solo discutere”, si e’ difeso. Le brevi immagini catturate dalla tv francese Canal + mostrano Leonardo dare una spallata al direttore di gara che rientrava negli spogliatoi. Mentre l’arbitro continua sul suo cammino, Leonardo viene allontanato da uno dei due delegati della partita e poi il presidente del club, Nasser al-Khelaifi lo prende per un braccio. Leonardo era furioso per l’espulsione di Thiago Silva al 43/o minuto della sfida contro Valenciennes. Un incontro teso, con un secondo tempo che il Psg ha giocato in 10 e poi e’ finito con un pareggio, 1-1. L’ex calciatore e allenatore del Milan nega che sia stato un gesto volontario: ”E’ il delegato prima di me, quello con l’auricolare nero, che mi blocca il cammino. E’ lui che mi spinge verso l’arbitro”, ha spiegato al quotidiano L’Equipe. ”Sono io che vengo spinto e assalito. Non mi pare che l’arbitro abbia l’espressione di una persona aggredita. Non c’e’ stata alcuna violenza da parte mia. Volevo solo discutere”, ha dichiarato. Il dg non nega di essersi innervosito per le decisioni in campo dell’arbitro, ma si dice tranquillo in caso di convocazione. Sta di fatto che la versione di Castro raccontata nella sua relazione non e’ proprio la stessa di quella data da Leonardo. Il gesto del brasiliano potrebbe quindi costargli molto caro e potrebbe danneggiare il Psg, che si prepara a portare a casa il terzo titolo di campione di Francia, dopo una stagione a dir poco febbrile. Negli ultimi cinque incontri la squadra ha incassato 11 ammonizioni e 4 espulsioni. Un nervosismo che per molti va attribuito alle incertezze che pesano sul club, dai dubbi del futuro nella squadra di Carlo Ancelotti alle ipotesi di un avvicinamento all’Inter di Leonardo, che potrebbe riportarlo a Milano. Voci che il brasiliano non ha mai confermato, ma neanche smentito, ribadendo anzi piu’ volte di essere ”libero e indipendente”.

Ti potrebbero interessare anche:

ARTE/ A New York trittico di Francis Bacon venduto a 142 milioni di dollari
Garrone lascia la Sampdoria all'imprenditore romano Ferrero
La mostra del cinema? Settantuno anni portati male
Sacchi, troppi neri nelle giovanili. E scoppia la polemica
Champions, da Baresi a Pirlo, le lacrime dei campioni
Strage di Charleston, il 22enne Roof condannato a morte



wordpress stat