| categoria: In breve, Senza categoria

Richard Ginori, Gucci conferma: 230 addetti per il rilancio, per gli altri ammortizzatori

Lo sforzo fatto da Gucci per garantire i livelli occupazionali della Richard Ginori e’ ”non indifferente e non scontato” e un impegno maggiore potrebbe pregiudicare il rilancio dell’azienda fiorentina. Gucci, dopo il secondo incontro con tutte le sigle sindacali, conferma dunque la stima dell’organico della storica azienda di porcellane in 230 addetti, ”coerente con il Piano di rilancio previsto per Richard Ginori”. Un organico, si spiega in una nota, ”determinato alla luce di un’attenta analisi per individuare il corretto dimensionamento della fabbrica Richard Ginori in base ai volumi produttivi, tenendo conto di una struttura moderna con flussi di produzione appropriati, un livello di automazione al passo con i tempi, un’esternalizzazione delle attivita’ a basso valore aggiunto oltre che l’utilizzo delle sinergie esistenti con la piattaforma logistico distributiva del Gruppo”. L’organico coerente al Piano, tuttavia, prosegue Gucci, ”sarebbe stato pari a 180 unita’ e Gucci ha gia’ fatto uno sforzo non indifferente e non scontato alla luce dell’attuale contesto, per garantire l’impiego di ulteriori 50 persone”, mentre ”un impegno maggiore potrebbe, infatti, pregiudicare il piano di rilancio del brand Richard Ginori oltre che la realizzazione di una manifattura efficiente”. Per ”minimizzare le ricadute sociali di coloro che rimarranno in carico al fallimento” il percorso ipotizzato ”potrebbe prevedere ipotesi di accompagnamento al pensionamento, anche attraverso gli ammortizzatori sociali gia’ in essere, l’attivazione di servizi di outplacement, con primarie societa’ del settore, e misure di sostegno per chi vorra’ intraprendere iniziative a carattere autonomo”. Gucci si e’ detta anche ”disponibile a verificare la fattibilita’ di ricercare soluzioni occupazionali presso terzi coinvolgendo partner di comprovata esperienza e serieta’ che, se ben costruite, potrebbe consentire l’occupazione per circa la meta’ delle persone che rimangono in carico al fallimento”

Ti potrebbero interessare anche:

Terrorismo: Caselli, Senzani a Locarno uno show indecente
Anziana muore in ospedale a Firenze, la Procura apre un fascicolo, omicidio colposo
CINEMA/ A Cannes "Rocco e i suoi fratelli" restaurato
CALCIOMERCATO/ Inter, idea Nasri, Milan su Badelj. Sansone in Liga
MOSTRA DI VENEZIA/ Mel Gibson, odio la guerra ma amo i guerrieri
Fiat 500: un simbolo tutto italiano



wordpress stat