| categoria: Dall'interno

Papa Francesco, Come i martiri di Otranto tanti cristiani soffrono violenza

Papa Francesco

Erano più di 70 mila i fedeli radunati questa mattina in piazza san Pietro per partecipare alla messa di Papa Francesco che ha canonizzato 813 Martiri di Otranto, e due religiose. Questi martiri, ha spiegato il Santo Padre durante l’omelia, furono chiamati a testimoniare il Vangelo nel 1480 e “sopravvissuti all’assedio e all’invasione di Otranto da parte degli Ottomani, furono decapitati nei pressi di quella città. Il Papa ha poi ricordato che esistono anche altri cristiani che ancora soffrono violenze.
Per il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, il comportamento dei Martiri di Otranto “è un esempio straordinario di fortezza cristiana, di difesa della propria identità battesimale”. Il porporato salesiano ha inoltre sottolineato come il cristianesimo sia libero e non obblighi nessuno alla conversione, affermando che questa canonizzazione “potrà avere ricadute positive anche sul dialogo tra le religioni, proprio perché ripropone il valore della libertà di coscienza”. La scelta del Papa di proclamare santi i Martiri di Otranto in piazza San Pietro, evidenzia che “ogni persona umana è libera di professare la propria religione, ma non di imporla”.
Papa Francesco, dopo la preghiera del Regina Coeli, ha rivolto un messaggio ai partecipanti alla “Marcia per la Vita” svoltasi oggi a Roma, invitandoli a “mantenere viva l’attenzione di tutti sul tema così importante del rispetto per la vita umana sin dal momento del suo concepimento”.
Papa Francesco durante il suo giro iniziale in jeep tra la folla, durato circa 50 minuti, ha fatto fermare più volte la macchina, dando piccoli colpi di mano sulla spalla dell’autista, per scendere dalla vettura e andare a salutare i gruppi di fedeli. Per l’alto numero di presenti, la macchina è arrivata fino in Via della Conciliazione. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Libia, in arrivo tremila migranti: soccorsi dal Canale di Sicilia
Cartella pazza a un bambino di otto anni. Omonimia
Amanda Knox tornerà a Perugia. "Devo chiudere il cerchio"
SANITOPOLI ABRUZZESE/ Del Turco, niente associazione per delinquere.
Il Papa alla Fao: "Patto sulle migrazioni per superare i conflitti"
E' già natale nei parchi divertimento da Disneyland a Cinecittà World



wordpress stat