| categoria: In breve

Lombardia, affitti agevolati per donne vittime di violenza

Un accesso preferenziale agli alloggi popolari per le donne vittime di maltrattamenti e violenze, un ‘sostegno’ per l’affitto di casa e la riduzione, se non addirittura l’eliminazione, dell’Irap alle aziende che facilitano la conciliazione tra il lavoro e la famiglia. Questi i provvedimenti proposti dall’assessore regionale alle Pari opportunita’ della Regione Lombardia, Paola Bulbarelli, in favore delle donne vittime di violenze. L’esponente della giunta ha partecipato a una conferenza stampa presso la Clinica Mangiagalli di Milano, con il vicepresidente della Regione e assessore alla Salute, Mario Mantovani, e la responsabile del Soccorso violenza sessuale e domestica (Svsed), Alessandra Kustermann.
Sono 150 i casi di violenza, arrivati nei primi 3 mesi del 2013 al Svsed della Clinica Mangiagalli, e 14 riguardano bambini con meno di 13 anni. Le richieste pervenute per violenza sessuale sono state 78, 72 quelle per violenza domestica. Solo in 22 casi su 133 l’aggressore e’ uno sconosciuto, mentre in 73 e’ il partner o l’ex. In totale, ogni anno arrivano circa 600 casi. La responsabile del servizio, Alessandra Kustermann, ha spiegato: “Negli ultimi anni ci sono piu’ denunce rispetto al passato, ma il sommerso e’ ancora alto. Inoltre c’e’ una recrudescenza nei maltrattamenti domestici da parte dei mariti a causa della crisi” che, spesso, acuisce le tensioni in famiglia. Le donne uccise dal parte “in Europa stanno diminuendo ma in Italia no” e questo e’ segno della “mancanza di attenzione” sul fenomeno. Bulbarelli ha sottolineato l’importanza di “offrire una casa alle donne maltrattate che rischiano la vita tornando nuovamente tra le mura domestiche”. Per questo l’assessore ha ipotizzato l’attivazione di “un bando per il sostegno dell’affitto” destinato “alle donne vittime di violenza”. L’assessore ha reso noto di poter contare “su un milione di euro da parte dello Stato”. Cifra che potrebbe raddoppiare, visto che nel 2012, benche’ ci sia una legge che lo preveda, da Roma non sono state stanziate risorse. Il vicepresidente Mantovani, infine, ha spiegato che la Regione “perseguira’ il rafforzamento degli interventi per la promozione delle pari opportunita’ tra uomini e donne”.

Ti potrebbero interessare anche:

Roma/ Calci e pugni a ragazza che difende borsa, tre arrestati
Mosca, corteo anti-immigrati. Scontri e arresti
SICILIA/ Crocetta, Centro Humanitas? Non ho interessi in sanità
Orso sbrana quattro asini in Valtellina
Corte europea, gare per mercatini Natale: "Obbligatoria assegnazione trasparente e neutrale deg...
Colonia, la funivia si blocca con 100 persone a bordo: salvate dopo 5 ore



wordpress stat