| categoria: sport

Dopo l’esonero di Mancini (Manchester) accelera il risiko degli allenatori (europei e italiani)

Roberto Mancini

Il Manchester City ha reso ufficiale con un comunicato l’esonero di Roberto Mancini che quindi sarà estromesso dalla panchina un anno dopo aver vinto la Premier League. La decisione è stata presa dalla società di Abu Dhabi che possiede la squadra, dopo la sconfitta a Wembley contro il Wigan di sabato scorso 1-0. Mancini era allenatore del Manchester City da tre anni e mezzo e la sua partenza rischia di provocare conseguenze nelle panchine di quasi tutta Europa, coinvolgendo Real, Psg, Napoli, Milan, Roma, Chelsea, City, Monaco.
Il tecnico italiano difficilmente resterà senza squadra, dal momento che molti club, al termine della stagione, cambieranno i loro allenatori.
Il Bayern Monaco ha ufficializzato da tempo il passaggio da Jupp Heynckes a Pep Guardiola, mentre per il Manchester United sarà David Moyes a sostituire Alex Ferguson. Altri club invece tergiversano, come il Chelsea, che pensa a José Mourinho, legato, però, al Real Madrid, da un oneroso contratto. Il Real Madrid vorrebbe Carlo Ancellotti, ma il contratto lo lega ancora al Paris Saint German, che nel caso di divorzio con il ct, potrebbe rivolgersi allo stesso Mancini. Ma il Psg non perde di vista neppure Mourinho che finché non firma resta, una variabile imprevedibile. Incerto anche il futuro di Claudio Ranieri destinato a lasciare il Monaco e Roberto Mancini potrebbe essere il primo desiderio del magnate russo Dmitry Rybolovlev, proprietario del Monaco.
In Italia, tra conferme e certezze, si annunciano cambiamenti tra le panchine.. A parte la Juventus, che continuerà a puntare su Antonio Conte, tutte le altre squadre della Serie A hanno più dubbi che certezze. Il Milan si trova in bilico tra la conferma di Massimiliano Allegri e una nuova scommessa; anche Andrea Stramaccioni non può considerarsi certo di un altro anno a San Siro, dove si pensa a Walter Mazzarri ormai sicuro di lasciare il Napoli dopo aver rifiutato il rinnovo da quattro milioni a stagione. Ma il tecnico toscano piace anche alla Roma che potrebbe dare il benservito ad Aurelio Andreazzoli. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Zeman: Marquinho out per scelta disciplinare
Finalmente il Milan. Muntari-Honda stendono il Chievo
DOPING/ Kostner, la prova più dura, interrogata per sette ore
Palermo torna alla vittoria, Udinese sempre più crisi
Lazio, Pioli in bilico. Tocca a Inzaghi?
Uruguay-Francia 0-2. I Bleus sono i primi semifinalisti



wordpress stat