| categoria: In breve, Senza categoria

FIRENZE/ Polizia Postale oscura il sito Internet con le escort extra lusso

Quattordici persone finite sul registro degli indagati per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Due misure interdittive a carico dei proprietari di due noti alberghi di Firenze. Un sito di pubblicita’ virtuale di prostitute extra lusso operativo in tutto il mondo, oscurato. Perquisizioni nelle sedi degli alberghi e negli uffici dei professionisti coinvolti. Le persone oggetto di perquisizione sono stati numerosi professionisti locali fiorentini. E’ il risultato di una maxi operazione che ha visto impegnati il compartimento della polizia postale e delle comunicazioni di Firenze per la Toscana e che ha riguardato un maxigiro di prostituzione extra lusso. Si tratta di una indagine della Procura della Repubblica di Firenze, diretta da Giuseppe Quattrocchi, sotto la guida del pm Giuseppe Bianco, e che si e’ avvalsa della specializzazione professionale della polizia postale. L’indagine e’ stata avviata in seguito alle segnalazioni giunte agli organi di polizia circa l’esistenza di un maxigiro di prostituzione di altissimo target che coinvolgeva alcuni famosi alberghi fiorentini. Dopo due anni (2010- 2012) di intercettazioni, pedinamenti e riprese filmate, si e’ arrivati a individuare anche gli appartenenti ad un sodalizio criminale di levatura internazionale che, attraverso il sito Escortforum.net ed alcune agenzie di escort, favorisce e sfrutta la prostituzione di giovani ragazze, provenienti perlopiu’ dall’Europa dell’Est, alcune delle quali minorenni. Dagli accertamenti svolti e’ emerso che le ragazze versavano ai titolari delle agenzie il 50% dei loro profitti. La location preferita dalle agenzie di escort era a Firenze, hanno spiegato gli investigatori, il ”Grand Hotel Mediterraneo”, dove i clienti delle ragazze erano liberi di entrare senza alcun controllo e tutto questo con la piena connivenza dei proprietari dell’albergo, dopo scambio di sms, come hanno appurato le indagini della Procura e spiegato gli investigatori. E’ stato disposto anche l’oscuramento del sito con relativo ordine ai provider operanti sul territorio nazionale l’inibizione della risoluzione dei D.N.S., rendendo irraggiungibile e quindi non visualizzabile il sito internet in da parte di utenti con configurate connessioni di provider italiani.

Ti potrebbero interessare anche:

Internet, il wi-fi libero è già a rischio
Giugliano, rissa in campo al termine del match. E spuntano anche le pistole
SCHEDA/ Da Iturbe a Torres, i migliori colpi del mercato
VOLKSWAGEN/ La Francia annuncia test casuali sulle auto
SCHEDA/ Parigi, Eagles of death metal, la band del Bataclan
EUROPEE/ Quintavalle, la pasionaria dell'Atac si candida per M5S



wordpress stat