| categoria: In breve, Senza categoria

MPS/ Indagato anche Villa, ex Richard Ginori

C’e’ un nuovo indagato nell’ambito dell’inchiesta della procura di Siena sul Monte dei Paschi e piu’ precisamente nel filone della cosi’ detta ‘banda del 5%’. Si tratta di Roberto Villa, ex presidente di Richard Ginori, gia’ indagato a Firenze per bancarotta nell’inchiesta che riguarda il fallimento della storica fabbrica di porcellane per la quale e’ ora in atto un’azione di salvataggio portata avanti dalla griffe Gucci. Una quindicina le perquisizioni effettuate oggi dal nucleo di polizia valutaria della guardia di finanza, coordinato dai pm senesi Antonino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso. A Villa sarebbe contestata l’accusa di riciclaggio, anche se il suo legale, l’avvocato Vieri Fabiani, preferisce non confermare: ”Sono ancora in atto delle perquisizioni – spiega – che sono un mezzo di indagine, anche probatorie, a disposizione della procura”. Le perquisizioni effettuate oggi hanno interessato uffici e abitazioni in varie citta’ italiane (da Milano a Roma, passando per Bologna e Ravenna) e in Svizzera. Alcune di queste, infatti, sarebbero state fatte in accordo con la procura di Lugano che da tempo avrebbe aperto un fascicolo con la stessa accusa di riciclaggio per Gianluca Baldassarri, l’ex capo area di Mps, indagato anche dalla procura di Siena e in carcere dal 14 febbraio scorso. Sarebbe stato proprio quest’ultimo, insieme al suo vice Alessandro Toccafondi, e ad alcuni broker di societa’ esterne, a capo della ‘banda del 5%’ che per i pm avrebbe fatto la ‘cresta’ su molte operazioni finanziarie di Rocca Salimbeni. Nuovi indagati ci sarebbero anche nell’inchiesta svizzera. A un mese esatto dal sequestro d’urgenza per banca Nomura (1,8 mld) e per gli ex vertici di Mps (14,5 mln), poi bloccato dal gip Ugo Bellini e per il quale si attende ora il pronunciamento del tribunale del riesame, i magistrati senesi hanno cosi’ alzato il tiro su questo filone dell’inchiesta per la quale Baldassarri e gli altri indagati erano accusati di truffa aggravata e associazione a delinquere. Ora si cerca di capire come, e se, i soldi degli indagati siano finiti in Svizzera e le eventuali ‘retrocessioni’. L’ex capo area finanza di Mps e Villa sono amici da sempre: entrambi sono nati a Lugo di Romagna, in provincia di Ravenna, e alla fine degli anni ’80 lavoravano insieme alla Cofilp, la sim della Popolare di Novara. Secondo quanto gia’ ricostruito dalla procura fiorentina Baldassarri, tra l’altro, avrebbe anche fatto investimenti nella Starfin, la societa’ con la quale Villa compro’ la Richard Ginori. Secondo fonti investigative, inoltre, l’inchiesta senese e quella dei colleghi svizzeri, andrebbero di pari passo con continui scambi di informazioni che oggi, tra l’altro, hanno portato ai nuovi sviluppi.

Ti potrebbero interessare anche:

SIRIA/ Obama contestato, proteste fuori dalla Casa Bianca
Aung San Sui Kyi cittadina di Roma, cerimonia in Campidoglio
Cura miracolosa per l'obesità, la Cassazione annulla l'assoluzione del medico
La Fondazione S.Lucia in campo a fianco dei cento lavoratori del Coin
EXPO/ Un "paradiso" a misura di mamme e bambini
COLPO VAGANTE/ Uccisa in un fast food la figlia dello sprinter Tyson Gay



wordpress stat