| categoria: sport

Festa rossonera, ma Allegri è a un passo dall’addio

Massimiliano Allegri

La festa per i cinquant’anni della prima coppa Campioni del Milan rischia di diventare l’ultima apparizione pubblica di Massimiliano Allegri come allenatore rossonero. La sua avventura si puo’ considerare molto vicina al capolinea, ma e’ tutto da capire come si consumera’ l’addio, in una delle settimane piu’ complesse della storia recente del club di via Turati. Sono minime le chance che vada a finire altrimenti, anche se Adriano Galliani media fino all’ultimo. All’orizzonte c’e’ un nome su tutti, quello di Clarence Seedorf, che entusiasma Silvio Berlusconi ma anche la scelta del prossimo allenatore nasconde non poche incognita. La lettera attribuita a Berlusconi da Biscardi (”Mi ha detto quello che avrei dovuto dire, ‘Mettilo nella forma che vuoi, tanto non ti smentiro’ mai”’, ha ribadito il conduttore del ‘Processo’) ha lasciato il segno, soprattutto per il seguente passaggio: ”Ho predisposto gia’ da domani un riassetto completo dei quadri tecnici e, se ci fosse bisogno, di una piu’ efficiente e completa riorganizzazione societaria”. Non era un mistero l’insofferenza del presidente per Allegri. Ma dopo queste parole, al netto della smentita, e’ difficile non pensare che il destino dell’allenatore sia segnato. Hanno creato qualche scompiglio anche in via Turati, dove certezze granitiche forse non sono considerate piu’ tali, ne’ si possono escludere nuovi scenari che coinvolgono Barbara Berlusconi e Galliani. ”Cosa c’e’ di vero nella lettera? C’e’ una smentita del presidente, non c’e’ altro da dire”, ha tagliato corto l’ad rossonero, che ha incrociato Allegri al Palazzo della Regione alla cerimonia con i campioni del ’63 ma davanti i giornalisti, accompagnato dal governatore Roberto Maroni (che gia’ a novembre disse di conoscere il nome del prossimo titolare della panchina rossonera) ha glissato sul futuro del livornese. ”L’allenatore stasera e’ Nereo Rocco”, ha sorriso, e poi in serata con Allegri e gli ex calciatori del ’63 e’ andato a cena al solito ristorante a due passi dalla stazione Centrale. Qualcuno l’ha ribattezzata ‘l’ultima cena’, magari seguira’ un altro incontro per risolvere una situazione che interessa parecchio la Roma. ”Non abbiamo preso decisioni o accordi con nessun altro allenatore, stiamo aspettando che si concretizzino le nostre cose”, ha detto il ds giallorosso Walter Sabatini, che rinvia il discorso a dopo la finale di Coppa Italia. Il divorzio fra il Milan e Allegri, che ha ancora un anno di contratto a 2,5 milioni di euro netti, puo’ invece arrivare prima. Galliani sabato potrebbe essere in tribuna a Wembley per la finale di Champions League, mentre in Brasile Seedorf comincera’ il campionato Brasilerao con la maglia del Botafogo. L’olandese, che sta seguendo un corso a distanza per la licenza Uefa Pro, e’ pronto a valutare un’offerta. Ma realisticamente all’esonero di Allegri seguirebbe una riflessione interna al Milan per valutare la scelta piu’ opportuna. Per questo non si possono escludere i nomi dei vari Donadoni, Van Basten, Rijkaard, Inzaghi, ne’ e’ vietato pensare a qualche novita’ a livello societario. La rosa potrebbe invece perdere Kevin Prince Boateng: dalla Francia annunciano un’offerta di 15 milioni del Monaco che farebbe gola al Milan.

Ti potrebbero interessare anche:

Quattro gol, Samp e Parma salutano con un pari
CALCIOMERCATO/ Pogba e Tevez, caccia alle stelle della Juve
Champions, non solo Roma-Barça: ecco tutti i match di oggi
Troppa Atalanta, la Samp ancora ko in trasferta
Il Chievo vince nei primi 15', Carpi alla deriva
Roma contestata dai tifosi alla cena di Natale, uova contro il pullman



wordpress stat