| categoria: sanità

Cure del dolore assenti in metà delle regioni italiane

In Italia la meta’ delle Regioni non garantisce cure ad hoc contro il dolore. A scattare questa fotografia e’ il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, in occasione della presentazione dell XII giornata nazionale del sollievo, oggi a Roma. L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Gigi Ghirotti, in collaborazione con il ministero della Salute e la Conferenza delle Regioni, ha l’obiettivo di sensibilizzare gli italiani sul diritto di ricevere cure ad hoc contro il dolore. Come prevede la legge 38 del 2010 che garantisce l’accesso a cure palliative e alla terapia del dolore. Tra le iniziative in programma domenica 26 maggio: convegni, eventi formativi, pubblicazioni, spettacoli in luoghi di cura, distribuzione di questionari di rilevazione del dolore e del sollievo, trasmissioni radiofoniche e televisive, incontri nelle scuole, stand di associazioni nelle piazze. A poco piu’ di tre anni dall’approvazione della legge 38 del 2010 sulle cure palliative – denuncia la Fondazione Gigi Ghirotti – si evidenziano ancora luci ed ombre nel rispondere con cure adeguate ai bisogni del malato e dei suoi familiari. Risulta infatti parzialmente incompiuto lo sviluppo dell’unita’ di cure palliative domiciliari. A fronte di questo quadro a tinte fosche c’e’ pero’ un dato che lascia ben sperare: la rilevante partecipazione da parte delle aziende sanitarie regionali al premio ‘ Gerbera d’oro’, assegnato dalla Conferenza delle regioni e delle Province autonome e dalla Fondazione Ghirotti ad una struttura sanitaria che si sia distinta nell’affrancamento dal dolore inutile, alleviando la sofferenza dei pazienti non solo attraverso le terapie piu’ avanzate ma anche con il sostegno psicologico e la capacita’ di rapporta rsi umanamente. A vincere il premio ‘Gerbera d’oro’ quest’anno e’ stata la Ulss 4 Alto Vicentino, per il ‘Progetto Giobbe in cammino 2008-2012’.Tra le iniziative in programma domenica 26 maggio la Fondazione Ghirotti segnala quella in programma a Roma al Policlinico Gemelli, alla quale sono stati invitati il ministro della Salute e il presidente della Regione Lazio. Artisti e personaggi dello spettacolo regaleranno momenti di sollievo ai pazienti e ai loro familiari. Nel corso dell’evento saranno premiati i vincitori della settima edizione del concorso ‘Un ospedale con piu’ sollievo’, in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca. Il concorso e’ rivolto agli studenti, affinche’ anche i piu’ giovani attraverso la produzione di disegni, testi, videoclip, fiabe illustrate, siano sensibilizzati alla tematica del sollievo. In particolare per i concorrenti piu’ piccoli l’obiettivo primario e’ sensibilizzarli alla scoperta e quindi all’accettazione del malato, dell’anziano e in genere delle persone in condizioni di fragilita’ e di sofferenza. Agli studenti premiati si affiancheranno quelli approdati a Roma con i ‘Treni del sollievo’ per visitare gli antichi luoghi di cura della Capitale. Quest’anno hanno aderito all’iniziativa gli ospedali Santo Spirito in Sassia e il San Giovanni Calibita Fatebenefratelli all’Isola Tiberina.

Ti potrebbero interessare anche:

Task force per i controlli alle strutture che ospitano disabili, oggi prima riunione
Aids/ In 26 anni oltre 700mila telefonate al numero verde dell'Istituto Superiore di Sanità
In Umbria la ricetta di "dematerializza"
Matera. La Asl cerca medici, ma nessuno vuole il posto
RICERCA/ Neuromed sbarca nel Sannio
Epilessia, 65 milioni di malati nel mondo, 500mila in Italia



wordpress stat