| categoria: sanità Lazio

Intesa Regione-Inail per un polo integrato: è il rilancio del Cto

“Grazie alla collaborazione con l’Inail creeremo un centro all’avanguardia per le protesi e la riabilitazione. Questo accordo dara’ il via ad un processo di rilancio del Cto come uno dei luoghi di eccellenza del sistema sanitario regionale, dopo una fase critica e di profonda incertezza per la sostenibilita’ della struttura ospedaliera”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti a commento della firma di un protocollo con l’Inail. L’intesa, spiega la Regione Lazio, applica l’accordo quadro raggiunto in conferenza permanente Stato-Regioni a febbraio del 2012 e definisce un contesto che consentira’ alla Regione di valorizzare e potenziare in particolare l’attivita’ dell’Ospedale CTO. L’Inail potra’ invece incrementare all’interno del Polo le sue capacita’ di assistenza protesica: la filiale romana del centro protesi INAIL di Vigorso di Budrio potra’ trasferirsi infatti presso il CTO ‘A.Alesini’ dove sara’ possibile realizzare una struttura per l’assistenza sanitaria riabilitativa non ospedaliera che funzionera’ anche in regime residenziale. Una convenzione di durata ventennale regolera’ i dettagli dell’intesa. Gli oneri delle prestazioni saranno ripartiti tra INAIL e SSN secondo norme e criteri definiti: l’Inail sostiene infatti totalmente gli oneri delle prestazioni sanitarie e assistenza protesica erogate ai lavoratori infortunati, mentre attraverso le intese regionali rese possibili dall’accordo quadro, puo’ intervenire anche in favore degli assistiti del servizio sanitario nazionale con oneri a carico di quest’ultimo. “E’ un primo atto importante con cui dimostriamo che l’idea di riconversione e’ possibile – dice Zingaretti -. Con questo protocollo abbiamo scelto di seguire la logica dell’integrazione e della cooperazione aumentando la qualita’ del servizio ed eliminando gli sprechi. Non e’ vero che nelle more dei vincoli del piano di rientro sia impossibile il miglioramento dell’offerta sanitaria”. Il presidente dell’Inail Massimo De Felice commenta: “Stiamo firmando diversi accordi con le Regioni italiane ma questo con la Regione Lazio ha un significato e una portata particolare in quando nel Lazio ha sede la filiale del centro protesi Inail di Budrio. A seguito di questa firma si potranno aprire prospettive non solo per gli infortunati sul lavoro ma per gli infortunati in genere”.
Alessandra Tardiola

Ti potrebbero interessare anche:

Umberto I, Chirurgia diventa "reparto di 5 giorni"
Miracolo, neanche un'ambulanza ferma nei Pronto Soccorso del Lazio
VITERBO/ Stipendi bloccati a Villa Buon Respiro, San Raffaele bussa alla Regione
Centrodestra, Consiglio regionale approva mozione sulla Fondazione Santa Lucia
CORONAVIRUS/ Rsa caos e Rocca di Papa
Emergenza Covid, la Sanità Privata denuncia: “La Regione non ci lascia fare i tamponi"



wordpress stat