| categoria: Dall'interno, Senza categoria

Neve in Ciociaria, sul Gran Sasso e Terminillo, freddo ma sole in Val d’Aosta

Neve in quota, freddo e tanta pioggia. Il maltempo non dà tregua tra la Ciociaria e la provincia di Roma dove un clima invernale continua a caratterizzare questa ultima parte di maggio in una “pazza primavera”. La neve è caduta a Filettino, a quota 1.500 metri fino alla stazione sciistica di Campo Staffi, al confine con l’Abruzzo. E i fiocchi sono caduti anche a Vallepietra, in provincia di Roma, imbiancando la montagna intorno al Santuario della Trinità, dove ieri sono arrivati oltre diecimila pellegrini da tutto il Lazio e anche da altre regioni. Dopo giorni di pioggia, il termometro è precipitato costringendo a riprendere giacconi e maglioni. Le continue precipitazioni di questi giorni hanno aumentato il livello del fiume Aniene tra la Ciociaria e la Valle Aniene. Un nubifragio la notte scorsa si è verificato a Fiuggi e nei comuni dell’alta Ciociaria. E ieri sera una forte grandinata aveva imbiancato le strade in alcune paesi dell’alta Valle Aniene.

RIETI, TEMPERATURE INVERNALI E NEVE SUL TERMINILLO – Temperature decisamente invernali, con la colonnina di mercurio giù di una dozzina di gradi rispetto alle medie stagionali e un’intensa nevicata fino a bassa quota. Terminillo, la stazione sciistica reatina, questa mattina, si è svegliata sotto un velo di neve, caduta nel corso della notte dai 1.400 metri di Pian di Rosce fino alla vetta del rifugio Massimo Rinaldi (2.108 metri) imbiancata e ben visibile da Rieti.

A NAPOLI FORTE VENTO MAESTRALE BLOCCA GLI ALISCAFI – Dalle 8,30 di questa mattina, con il peggiorare delle condizioni meteo-marine, sono bloccate le partenze degli aliscafi nel golfo di Napoli. Il maestrale con forza 8 con raffiche di vento anche di 20 nodi ha di fatto bloccato catamarani, aliscafi e jet alle banchine. Il mare con forza 4-5 consente i collegamenti con le località del golfo solo con i traghetti. Le condizioni del tempo sono annunciate in peggioramento.

SOLE IN VAL D’AOSTA,MA TEMPERATURE ANCHE SOTTO ZERO – Giornata di timido sole in Valle d’Aosta dove la primavera tarda comunque ad arrivare, scoraggiata da temperature quasi invernali con punte che, in alcune località, hanno portato il termometro anche sotto lo zero. A Valsavarenche questa mattina c’erano -4,4 gradi, a Cogne -2,5, -0,2 a Breuil-Cervinia. Ad Aosta la temperatura minima è stata di 9 gradi. La temperatura minima registrata nella notte é stata di -14,8 gradi a Punta Helbronner (Courmayeur) a quota 3.500 metri. Fino a domani – secondo il bollettino meteorologico regionale – dovrebbe persistere il sole, ma da martedì è previsto un nuovo peggioramento con neve che dovrebbe scendere fino ai 1.600 metri di altitudine.

GIORNATA DI TREGUA, SOLE IN LOMBARDIA – Il maltempo ha concesso una mattinata di tregua su tutta la Lombardia, dopo le intense precipitazioni dei giorni scorsi che avevano causato danni e disagi. La sala operativa della Protezione civile spiega che in tutta la regione la giornata è soleggiata e non sono giunte segnalazioni di problemi. Frane e smottamenti si erano verificati un po’ in tutta la Lombardia e il lago di Garda era esondato a Sirmione, nel Bresciano.

GELO IN ABRUZZO, -4,4 SUL GRAN SASSO – Gelo in Abruzzo con neve oltre i 1500 metri, vento forte e gelate nelle valli: le temperature sono scese sotto lo zero oltre i 1500 metri, come testimoniato dai dati delle stazioni meteo di Campo Imperatore, che ha raggiunto i -4,4, o i -3,7 del Monte Genzana. A Passo Godi oltre Scanno termometro a -1 a 1560 metri.

Ti potrebbero interessare anche:

ELETTORANDO/ Marchini: De Vito non sa di che parla, lo invito a un confronto
Mapei, Squinzi apre in Russia un nuovo stabilimento
Madonna cade dal palco dei Brit Awards, "Niente può fermarmi"
Il Napoli torna grande, per la Juve è crisi vera
TEATRO/ Al Quirino di Roma va in scena "Io volevo diventare Caterina di Russia"
IL CASO/ Villa Lante a Bagnaia, perchè è ancora chiuso il "Parco più bello d'Italia"



wordpress stat