| categoria: esteri

Nozze gay, oppositori di nuovo in piazza. Tensione in Francia: 50 arresti

Manette a Parigi per 50 persone prima del corteo degli oppositori francesi ai matrimoni gay che sono scesi oggi di nuovo in piazza. La polizia le ha arrestate dopo che avevano tentato di bloccare il traffico sulla via degli Champs Elysees dove stanno sfilando ancora una volta, in un clima di altissima tensione, i contrari alla discussa norma già promulgata dal governo Hollande. Le autorità temono nuove violenze dopo quelle degli ultimi cortei e hanno schierato 4.500 poliziotti nelle strade. Le nozze gay sono legge da otto giorni in Francia e il primo matrimonio gay sarà celebrato a Montpellier mercoledì prossimo, ma i francesi contrari e organizzati non rinunciano a un’ultima dimostrazione di forza. Quattro i cortei, tre organizzati dal collettivo più noto, la ‘Manif pour tous’ e un dagli integralisti cattolici di Civitas. Treni e pullman sono arrivati dalle province nel giorno della festa della mamma in Francia, e nonostante il ministro dell’Interno, Manuel Valls, abbia “sconsigliato” di partecipare alle famiglie con bambini.

Gli organizzatori puntano ancora una volta a “superare il milione di persone in piazza”, come il 24 marzo. Prima ancora della manifestazione, ieri sera, 56 militanti anti-nozze gay sono stati fermati stanotte dopo un “blitz” a sorpresa sugli Champs-Elysees. Frigide Barjot, figura finora simbolo della ‘Manif pour tous’, è sembrata ormai superata dagli eventi e incapace di controllare gli irriducibili della sua schiera, al punto da annunciare la sua assenza alla manifestazione di oggi dicendosi minacciata.

Il primo ministro francese Jean Marc Ayrault, ha detto che chi esorta a manifestare deve “far prova di grande vigilanza”. Il partito di opposizione Ump “si prende una grande responsabilità provocando l’irrigidimento e la radicalizzazione” di alcuni manifestanti, ha aggiunto. Mentre il ministro degli Interni, Manuel Valls, ha esortato i partecipanti “a riflettere, essere prudenti, perchè siamo preoccupati per la minaccia e la presenza di questi gruppi” di estrema destra. Secondo un sondaggio pubblicato oggi, 3 francesi su 4 ne hanno abbastanza di manifestazioni sul tema delle nozze gay, soprattutto adesso che la legge è stata votata.

Ti potrebbero interessare anche:

Usa, rabbia contro il Congresso. Obama, evitare la catastrofe
Avanzano le bandiere nere dell'Isis. Nuovi video del terrore
Ucraina, vacilla il cessate il fuoco. Ore cruciali
Siria, leader Isis ucciso in un raid Usa. Jihadisti avanzano verso Palmira
Putin: "Non siamo aggressori, puntiamo a parità strategica con Usa"
Amsterdam, Comune alle dipendenti: niente minigonne in ufficio, irritano gli islamici



wordpress stat