| categoria: Roma e Lazio

Marchini: ballottaggio? Vedremo, ma non sarò vice

Alfio Marchini giunge al suo comitato elettorale intorno alle 19.30 quando i dati parziali, lo danno intorno al 10%, quindi fuori dal ballottaggio. Ma le prime dichiarazioni non sono affatto di chi ha perso una partita bensi’ di chi ha appena iniziato a giocarla. ”In tre mesi abbiamo raggiunto un risultato che, al di la’ di quelli che possono essere i dati finali, mi sembra straordinario – dice ai giornalisti presenti – un popolo si e’ messo in marcia”. Quanto alla posizione che terra’ al secondo turno delle comunali di Roma, l’imprenditore candidato sindaco non si sbilancia affatto: ”Faremo una grandissima attenzione ai programmi, sicuramente non faro’ il vice di nessuno”. ”La mia lista ha dato un messaggio chiaro, che il consociativismo e’ finito – rivendica Marchini – e’ l’inizio di un percorso che si e’ messo in moto e non si disperdera’. Adesso valuteremo in modo laico e attento i programmi e aiuteremo la citta’ ad andare dove i cittadini vogliono che vada. Non abbiamo puntato sulla demagogia, ma sull’amore per la citta’ e la speranza di cambiamento”. Alle domande insistenti dei giornalisti sul suo comportamento al ballottaggio, Marchini risponde: ”Quindici giorni sono un’eternita’. E’ assolutamente prematuro, valuteremo con laicita’ contenuti e programmi”. Poi aggiunge: ”Io mi battero’ per essere il piu’ possibile influente nel governo di questa citta’, difenderemo allo spasimo gli interessi di chi ci ha dato la delega, staremo al centro dell’arena. Ho deciso di dedicare quindici anni della mia vita alla politica e parto da Roma, la citta’ che amo”. Al comitato elettorale Marchini, di via Ostiense, caratterizzato dal simbolo del cuore stampato dai manifesti ai pass per la stampa, l’attesa per i risultati elettorali dura tutto il pomeriggio: candidati della sua lista e sostenitori lo accolgono con un applauso quando arriva. Tra i presenti anche diversi ex Pd, dall’ex senatore Lucio D’Ubaldo a Claudio Minelli, gia’ assessore nelle giunte Veltroni e Rutelli. Secondo D’Ubaldo, ora candidato presidente al primo municipio nella lista Marchini, ”quello che si consegue sopra il 10% e’ un risultato importante”, mentre la capolista in Campidoglio Francesca Longo sottolinea: ”Il dato significativo, che ci preoccupa, e’ la grandissima astensione che c’e’ stata”.

Ti potrebbero interessare anche:

Claudio Pica nuovo presidente degli esercenti romani (Aeper)
Il Tar al Campidoglio: "Ok al Piano cartelloni ma il Comune di Roma riveda formati e lotti"...
Sciopero dei trasporti: metro chiuse, niente voli e sit-in
Farmacap esclusa dal bando per il rinnovo delle partecipate capitoline
Sbarca a Roma l’Edicola Sociale
Atac, il Tribunale “boccia” il concordato: 70 giorni per evitare il fallimento



wordpress stat