| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

ANALISI/ Alemanno al Campidoglio? Difficile ma non impossibile

Non esiste un algoritmo della rimonta. Ma per i sondaggisti le possibilita’ di Gianni Alemanno non sono remotissime e si aggirerebbero attorno al 20%, nel migliore dei casi. Certo superare Ignazio Marino e’ ”un’impresa” ma non del tutto aleatoria. Perche’, per dirla con Nicola Piepoli, autore delle proiezioni Rai, ”al secondo turno si azzera la lavagna, come dice Alemanno, e’ la normalita’ della probabilita”’. Piu’ omogenei invece i giudizi sul fatto che difficilmente l’astensione massiccia nella Capitale – quasi il 50 per cento – potra’ diminuire al secondo turno. Per Nicola Piepoli ”Marino vincera’ con il 55-58 per cento” e ”al ballottaggio voteranno piu’ o meno gli stessi del primo turno”. ”Alemanno ha il 5-10 per cento di possibilita’ di rimontare, Marino il 90-95 per cento di chance di vincere – aggiunge Piepoli – Per capirci meglio, in base alla legge della probabilita’ Alemanno ha milioni di possibilita’, mentre Marino ne ha miliardi”. Concede invece il 20% di possibilita’ ad Alemanno Carlo Buttaroni di Tecne’, che ieri ha sfornato proiezioni per Sky Tg24. ”Per il sindaco e’ molto difficile, ma non e’ impossibile – dice -. L’esperienza dice che dal 1993 e’ piu’ probabile che vincano i candidati che tra il primo e il secondo turno perdono meno voti. Ad esempio nel 2008 Rutelli perse diversi punti al ballottaggio e proprio Alemanno ne conquisto’. Ma allora c’era stata una percentuale di votanti molto alta e Rutelli aveva praticamente esaurito il suo bacino di votanti. In questo caso invece i voti di Marchini, che sono prevalentemente di centrosinistra, dovrebbero andare a Marino”. Buttaroni sottolinea che ben il 55 per cento di chi aveva votato M5S alle politiche non e’ andato a votare per il Campidoglio, ”ed e’ difficile che cambi idea al secondo turno, ormai disilluso”. Secondo Nicola Cesare di Digis, ”e’ importante rifare i sondaggi, perche’ un’astensione cosi’ grande va analizzata bene. Con la tendenza del voto oggi e’ difficile pronunciarsi”. ”L’astensione sembra piu’ di centrodestra che di centrosinistra – afferma Cesare – I delusi del centrodestra alle politiche avevano votato Grillo, stavolta non hanno votato, ma una meta’ di loro nell’uno contro uno potrebbe tornare al centrodestra. La mia idea e’ che Marino vincera’, ma non con 12 punti di scarto. Le percentuali sono 90 a 10. Bisognera’ vedere cosa faranno Marchini ed M5S. Comunque sembra davvero una partita nuova”.

Ti potrebbero interessare anche:

MPS/ Patto Pd-Pdl? Indaga la Procura di Firenze, Verdini e Ceccuzzi: una "bufala", quereli...
Da settembre gli ospedali veneti saranno aperti di notte per visite ed esami
MULTE/ Marino denuncia ai carabinieri un complotto: falsificati i suoi dati nel sistema informatico
MAFIAROMA/ Boss nullatenente, gli hanno sequestrano il motorino
MAFIA CAPITALE/ L'assessore Sabella vuole l'esercito a Ostia
Stadio, arriva la bocciatura del Ministero. questione di strade e ponti



wordpress stat