| categoria: sport

Francesco Totti si racconta: “Andarmene? Solo all’estero”

Francesco Totti

A 36 anni Francesco Totti non esclude di ripartire da una maglia diversa da quella giallorossa e in una intervista rilasciata a inizio maggio a France Football, prima della finale di Coppa Italia, confessa che se dovesse fare una scelta del genere se ne andrebbe all’estero e non in una squadra italiana, “Ma invecchierò qui, con la stessa maglia”. Poi il goleador, anima della Roma da oltre 20 anni e campione del mondo 2006, si lascia andare a qualche rimpianto dichiarando che se fosse andato al Real Madrid avrebbe vinto “tre Champions League, due Palloni d’oro e molte altre cose”. Totti, tuttavia, è contento anche perché la gente lo vede come Francesco. “Dalla mattina alla sera c’è gente sotto casa mia. Da una parte è piacevole, è l’affetto della gente. Dall’altra, non è facile. Se vado al cinema, devo arrivare quando la sala è già buia”. E racconta di quella volta che è andato a vedere suo figlio che giocava per la prima volta una partita. “Ho passato un’ora e mezzo a firmare autografi e non ho visto un minuto dell’incontro”.
La prima volta che avrebbe potuto indossare un’altra maglia fu da bambino, quando la mamma rispose ‘Roma’ al presidente della sua squadra, la Lodigiani, che gli offriva di passare nelle giovanili giallorosse o in quelle della Lazio.
La seconda fu tra i 14 e i 16 anni di età quando lo voleva il Milan e il direttore sportivo Ariedo Braida era anche venuto a casa”
La più seria fu invece nel 1997, quando Carlos Bianchi insistette perché Totti partisse. Ma il presidente Franco Sensi si impose: “lui non si muove da qui”.
La quarta volta fu nel 1994: “si’ – racconta Totti – stavo per andare al Real Madrid. C’erano problemi di contratto qui. Volevo una grande squadra per vincere e, all’epoca, i dirigenti non potevano darmi tutto quello che volevo. Ma, alla fine, il cuore mi spinse a rimanere. Per fortuna”.
Il Capitano racconta anche di offerte giunte da club importanti, ma non italiani. Tuttavia ha le idee chiare: “se dovessi prendere una decisione del genere, sarebbe per andare a giocare all’estero e non in una squadra italiana”. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Mourinho al Chelsea, contratto di 4 anni
La Roma soddisfatta di Gervinho
Francioni off limits,il derby Latina-Frosinone si gioca all'Olimpico?
Garcia: il sorpasso? Conta essere secondi alla fine
La Juventus continua la rimonta. Ora è a -2 dalla vetta
Nibali Re dello Stelvio: prima vittoria italiana, Domoulin resta in rosa



wordpress stat