| categoria: sanità

“Visita urgente” a Catania, ma il paziente è morto da tre mesi

“Mio fratello morto a febbraio lo cercano per visitarlo dopo quasi 3 mesi. Ma in che mondo viviamo?’. E’ la denuncia di Pietro Crisafulli, presidente dell’associazione “Sicilia Risvegli” che si sta in questi giorni occupando a Lipari, la maggiore delle isole Eolie, dei quattro fratelli Biviano, affettai da distrofia muscolare e in attesa delle cure con cellule staminali. Secondo Crisafulli, un medico dell’Asp si e’ presentato nella sua abitazione di Catania per effettuare una “visita d’urgenza” a suo fratello Salvatore, deceduto il 21 febbraio scorso. La visita era stata richiesta il 15 febbraio. “L’altro giorno, durante la mia assenza -ha raccontato Crisafulli, fratello di Salvatore morto dopo un risveglio da un coma in cui era entrato per un incidente stradale- si presenta a casa mia, a Catania, una dottoressa dell’Asp che a mia madre chiede del signor Crisafulli. Mia madre risponde: ma Crisafulli chi? Cercavo Salvatore Crisafulli, devo fare una visita pneumologica. Potete immaginare la rabbia di mia madre come se l’Asp non sapesse che mio fratello fosse morto lo scorso 21 febbraio. Era la visita richiesta con urgenza lo scorso 15 febbraio, ed il tutto si trova al vaglio della magistratura per valutare le responsabilita’ sulla morte di mio fratello”. Ma non e’ tutto: anche l’Inps, ha inviato una lettera a mia madre, invitandola a restituire la pensione, mai riscossa, di mio fratello Salvatore per il periodo di marzo, minacciando di compensare il debito sulla sua pensione. Dobbiamo combattere contro la burocrazia”.

Ti potrebbero interessare anche:

STAMINA/ Vania Broccoli escluso dal comitato ministeriale per legami con Telethon
Muore in ospedale, la figlia denuncia: i medici ridevano durante la Tac
Alimenti a rischio cancro, ora sotto esame c'è il caffè
Abruzzo, rivoluzione sanità: Asl unica a L'Aquila e un solo ospedale di II livello a Chieti-Pescara?
Veneto. Ridisegnata la geografia della sanità regionale. Le Ulss diventano nove
Legge sul “Dopo di noi”. Pronto il riparto del fondo da 90 milioni



wordpress stat