| categoria: Roma e Lazio

BALLOTTAGGIO/Chiara Ferraro fuori dal Campidoglio

Chiara Ferraro e suo padre

Non ce l’ha fatta Chiara Ferraro, studentessa dell’Istituto Tecnico di Agraria “Giuseppe Garibaldi” di Roma, la prima disabile grave candidata alle amministrative per Roma Capitale. La ragazza ha preso solo 488 voti, piazzandosi sedicesima nella lista civica Ignazio Marino. Punteggio troppo basso, che non permetterà alla Ferraro di entrare in Consiglio, nemmeno se Marino dovesse diventare sindaco al ballottaggio del 9-10 giugno.
Con soli 488 voti, c’è più di qualcuno che pensa, facendosi i conti, che la ragazza non sia stata votata nemmeno dai disabili e le loro famiglie, segno di uno scoramento profondo di chi vive ogni giorno a contatto con l’handicap. Chiara Ferraro infatti convive dalla nascita con il suo Autismo e la sua Epilessia farmaco resistente. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Viterbo addio, dopo 18 anni il comune torna al centrosinistra
Città dello Sport di Tor Vergata, avviato il tavolo tecnico
SERRATA/ La protesta dei tavolini invade il Campidoglio, poi arriva l'intesa
STRISCE BLU/ "Marino non tratti i romani come un bancomat"
Gianicolense, la moschea apre sul serio. Nel quartiere volantini in arabo
GIUBILEO/ Codacons, ecco i problemi di Roma, Marino pensi a risolverli



wordpress stat