| categoria: attualità

Durerà 36 mesi il commissariamento dell’Ilva

Il ministro Zanonato a Montecitorio

Il commissariamento dell’Ilva “ha durata massima di 36 mesi”. E’ quanto prevede la bozza del decreto sull’Ilva, di cui l’Ansa ha preso visione, che sarà approvata in consiglio dei ministri. Il commissario, prevede il dl, “può avvalersi di due subcommissari”.Il ministro dell’ambiente nomina un comitato di 5 esperti che predispone e propone al Ministro, entro 60 giorni dalla nomina, “il piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria dei lavoratori e della popolazione e di prevenzione del rischio di incidenti rilevanti”. Lo prevede la bozza del decreto Ilva.
Pertanto, ha proseguito, “sono cresciute le legittime preoccupazioni dei cittadini”, con i rischi derivanti per lo sviluppo del Paese da un “sentimento antindustriale”. La questione, quindi, va “affrontata con la consapevolezza che l’azienda rappresenta per il territorio e per l’economia nazionale”, visto che “il polo di Taranto è uno dei principali in Europa” e occupa “12mila addetti diretti con indotto intergato verticalmente che porta l’occupazione diretta a oltre 15mila unità più 9.200 unità legate all’indotto”. La chiusura, quindi, “avrebbe conseguenze gravi”: l’impatto economico di 8 miliardi è la risultante di “circa sei miliardi relativi alla crescita delle importazioni, 1,2 miliardi per il sostegno al reddito e i minori introiti per l’amministrazione pubblica e circa 500 milioni in termini di minore capacità di spesa per il territorio direttamente interessato”. L’importanza strategica, però, “non può far venire meno gli obblighi di tutela ambientale”. Il governo, pertanto, “tende ad adottare tutte le operazioni utili a salvare l’ambiente nella consapevolezza che l’interruzione della produzione peggiorerebbe la situazione rendendo impossibile la bonifica dei siti inquinati”. C’é insomma l’esigenza di “assicurare la continuità del processo produttivo e gli interventi bonifica ambientale”, perché “il governo è convinto che la prosecuzione dell’attività industriale rappresenti la condizione preliminare e necessaria per la realizzazione degli inevstimenti necessari per l’ambiente”.

Ti potrebbero interessare anche:

REGIONE PIEMONTE/ Indagato l'assessore Giordano, il centrodestra trema
Nuova ecatombe, barcone affonda davanti alla costa libica. Riaffiorano primi corpi
IL PUNTO/ Francia, una marea umana in piazza per dire no a terrorismo e intolleranza
Squadra di tecnici italiani domani a Sharm el Sheikh
Gerusalemme: l'Onu vota contro lo strappo di Trump
ULTIMA SPINTA COLLE. SOLLIEVO, INFRAZIONE È IMPENSABILE



wordpress stat