| categoria: Dall'interno

Parmalat, confermate condanne a Geronzi e Arpe

I giudici della Corte d’Appello di Bologna hanno confermato le condanne inflitte in primo grado all’ex presidente di Banca di Roma-Capitalia Cesare Geronzi e l’allora dg di Capitalia Matteo Arpe per la vicenda della vendita delle acque minerali Ciappazzi, filone nato dall’inchiesta sul crac Parmalat.

Il 29 novembre 2011 Geronzi era stato condannato dal tribunale di Parma a cinque anni per bancarotta e usura. Per Arpe, ai tempi dei reati contestati dg di Capitalia, c’era stata una condanna per bancarotta a tre anni e sette mesi. Confermate, come chiesto dal procuratore generale Umberto Palma, anche le condanne per gli altri sei imputati.

Ti potrebbero interessare anche:

Parolisi: io innocente, ho tradito Melania ma le volevo bene
VATICANO/In San Pietro la messa dei nuovi cardinali
Fondi neri Finmeccanica, arrestato Guarguaglini
Giallo a Lodi, donna uccisa nel suo appartamento
Traffico di armi e mercenari, inchiesta della Dda di Napoli e perquisizioni
SANITA'/ Agenti di commercio in sala operatoria, 14 denunce a Venezia



wordpress stat