| categoria: In breve, Senza categoria

Forniture all’Asp di Agrigento, imprenditori arrestati

Due imprenditori sono stati arrestati nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Agrigento su forniture all’Azienda sanitaria provinciale, in particolare di arredamenti per gli ambulatori e di gas medicale, per un importo di oltre 11 milioni di euro e per cinque anni. Il Gip Alberto Davico, su richiesta del procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e del sostituto procuratore Giacomo Forte, ha disposto gli arresti domiciliari per Anna Licitra, 57 anni, di Nicosia (Enna), e Corrado Di Salvo, 49 anni, di Agrigento. Il Gip ha inoltre disposto il divieto di svolgere attivita’ imprenditoriale per Giuseppe Mario Peterlini, 50 anni, di Monza e Spartaco Polimadei, 50 anni di Gallarate (Varese), il primo amministratore delegato della Sapio Life S.r.l., il secondo responsabile per l’area Sud Italia e Sicilia della stessa ditta. Nell’inchiesta sono indagate complessivamente dieci persone, tra cui l’ex direttore generale Salvatore Olivieri, catanese di 72 anni. L’indagine e’ stata condotta dai carabinieri del Comando per la Tutela della Salute Nas di Palermo, guidati dal capitano Mansueto Antonello Cosentino.

Ti potrebbero interessare anche:

USA/ Suora cattolica condannata per sabotaggio di impianto nucleare
Fassino, ai Comuni mancano ancora 1,5 miliardi per l'Imu
Pm: «Prima di schianto Lubitz cercò su Google ‘porta blindata’ e ‘suicidi’»
ROMA/ Militanti di Casapound a Marino: solo oggi ti sosteniamo, fai a pezzi il Pd
RIO2016/ Marta sbaglia il rigore, ma il Brasile delle donne va avanti
Bando per il commercio su strada: gli ambulanti occupano l'assessorato



wordpress stat