| categoria: Dall'interno

IL PERSONAGGIO/Pino Masciari, un testimone di giustizia che ha detto NO alla ‘ndrangheta (Video)

Pino Masciari, testimone di giustizia

Pino Masciari è un imprenditore calabrese nato a Catanzaro nel 1959, sottoposto a programma speciale di protezione dal 18 ottobre 1997, insieme a sua moglie (medico odontoiatra) e ai loro due bambini.
Pino ha avuto il coraggio di denunciare la ‘ndrangheta e le sue collusioni con il mondo della politica.
La criminalità organizzata ha distrutto le sue imprese di costruzioni edili, bloccandone le attività sia nelle opere pubbliche che nel settore privato, rallentando le pratiche nella pubblica amministrazione dove essa è infiltrata, intralciando i rapporti con le banche con cui operava. Tutto ciò dal giorno in cui ha detto basta alle pressioni mafiose dei politici ed al racket della ‘ndrangheta.
Il sei per cento ai politici e il tre per cento ai mafiosi, ma anche angherie, assunzioni pilotate, forniture di materiali e di manodopera imposta da qualche capo-cosca o da qualche amministratore, nonché costruzioni di fabbricati e di uffici senza percepire alcun compenso, regali di appartamenti, e acquisto di autovetture: questo fu il prezzo che si rifiutò di pagare.
Fu allontanato dalla sua terra per l’imminente pericolo di vita a cui si è trovato esposto lui e la sua famiglia.
Pino Masciari era sulla Nave della Legalità, una delle due navi, partita dal porto di Napoli (l’altra partiva da Civitavecchia), per unirsi alle migliaia di ragazzi e ragazze, scuole, studenti, anche bambini che in occasione del 21° anniversario della strage di Capaci e Via d’Amelio per ricordare i magistrati uccisi dalla mafia, come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, e quanti oggi continuano a lottare contro la criminalità organizzata.
In occasione della traversata notturna, a bordo della nave si è tenuta una tavola rotonda, durante la quale Masciari ha raccontato la sua storia di fronte a oltre 1200 studenti. Redazione Online News

La testimonianza di Pino Masciari, a bordo della Nave della Legalità

Ti potrebbero interessare anche:

Un giallo nel giallo, scomparsi i soldi dal conto di Parolisi
MILANO/ Nasce la MamAssistant, una aiuto per le neomamme sole
PALERMO/Mafia: trovati 5 mln Ciancimino dimenticati in Svizzera
CARIGE/Berneschi jr tradisce il padre. "...ruba come un pazzo"
Scioperano i mezzi pubblici. E Uber sfida i tassisti con una corsa gratuita
Mafia, legali di Dell'Utri chiedono l'annullamento della condanna



wordpress stat