| categoria: In breve, Senza categoria

La Francia verso una dura riforma delle pensioni. No dei sindacati

Il presidente Francois Hollande assicura che tutto si fara’ ”in uno spirito di giustizia ed efficacia”, il premier Jean-Marc Ayrault promette che gli ”sforzi non schianteranno” i francesi ma il rapporto consegnato al governo sulla riforma delle pensioni rischia di resuscitare nel paese le durissime proteste che toccano sempre a chi vuole modificare il sistema pensionistico. Per ora c’e’ soltanto il rapporto, il disegno di legge e’ previsto per fine estate, ma i sindacati – Cgt (comunista), Force ouvriere e FSU (dipendenti pubblici) – sono gia’ sul piede di guerra. Nel loro mirino, soprattutto un allungamento della durata dei contributi pensionistici che non ha precedenti in Francia, da 41,5 anni a 44 in un colpo solo. Ma anche la modifica del calcolo della pensione dei dipendenti pubblici e l’aumento della fiscalita’ per lavoratori e pensionati. I sindacati si dicono gia’ pronti alla mobilitazione in piazza se i governo non correggera’ queste linee guida. Thierry Lepaon, segretario generale della CGT, ha detto che se saranno confermate, ”si trattera’ di un casus belli irrimediabile”. La relatrice che ha firmato il rapporto, Yannick Moreau (da cui il nome del ”rapporto Moreau”) ha voluto puntare su ”continuita’ e giustizia”, ha sottolineato Ayrault. Attualmente il deficit dell’insieme dei regimi pensionistici francesi e’ stimato in 20 miliardi di euro all’orizzonte 2020 in assenza di correzioni ma la crisi potrebbe far precipitare queste previsioni. Nel dettaglio, il rapporto prevede che, per ottenere la pensione piena, i dipendenti nati nel 1955 e 1956 debbano avere contributi per 41,5 anni per andare in pensione, mentre quelli nati a partire dal 1962 debbano avere 44 anni di contributi. Giudicato invece ”poco opportuno” spostare il limite d’eta’ minimo per andare in pensione da 60 a 62 anni, cosi’ come previsto dalla riforma del 2010, e da 65 a 67 per avere il massimo. Quest’ultima misura e’ invece richiesta in modo deciso da molti ‘think thank’, dal Medef (la Confindustria) e dall’opposizione di destra.

Ti potrebbero interessare anche:

Fisco, domani il via all'iscrizione on line del 5Xmille 2013
Infocamere, le imprese straniere crescono, + 17mila nei primi nove mesi
Ideal Standard, spento l'ultimo forno. Il futuro è nella cooperativa
Latina, esonerato Breda. Panchina all'ex Juve Iuliano
Bari, donna di 38 anni muore in ospedale dopo fecondazione assistita
Londra, beve troppa acqua: donna ricoverata in ospedale



wordpress stat