| categoria: esteri, Senza categoria

IL PUNTO/ Turchia, notte di scontri. La protesta torna a Taksim

E’ stata una notte di scontri fra polizia e manifestanti ad Ankara e Istanbul, dove la protesta e’ tornata dopo una settimana di calma relativa a Piazza Taksim. Nel cuore della metropoli del Bosforo migliaia di manifestanti si sono riuniti ieri sera pacificamente, garofani rossi in mano, nella piazza simbolo della protesta a una settimana dall’assalto della polizia alla ridotta dei giovani di Gezi Park. Le forze antisommossa hanno attaccato i manifestanti con cannoni ad acqua e lacrimogeni. Gli scontri sono proseguiti questa notte fino alle due. Ci sono stati feriti e arresti. Il consolato generale d’Italia ha invitato i connazionale a evitare la zona di Taksim e Istiklal. Ad Ankara la polizia si e’ scontrata con gruppi di manifestanti nella zona di Tunali e di via Kennedy, teatro ogni notte di incidenti da oltre tre settimane. Dall’inizio delle proteste contro il premier Recep Tayyip Erdogan, 3 manifestanti sono stati uccisi, circa 8mila feriti, 11 hanno perso la vista, 59 sono in condizioni gravi. Un poliziotto e’ morto cadendo da un ponte in costruzione mentre inseguiva i manifestanti. Il capo del governo di Ankara, la cui linea del pugno di ferro contro le decine di migliaia di giovani manifestanti scesi in piazza per chiedere le sue dimissioni nelle ultime settimane, ha provocato forti critiche nel mondo, ha in programma oggi un nuovo comizio, il terzo in tre giorni, davanti a decine di migliaia di simpatizzanti del partito islamico Akp, a Erzurum nell’Anatolia orientale.

Ti potrebbero interessare anche:

Strage fra i turisti a Mombasa, uccisi 50 mentre vedono partita
TV/ Veronica Pivetti, ciak a Roma per "Provaci ancora Prof 6"
E' emergenza personale anche al Grassi di Ostia, ma la Asl RmD non provvede
ROM/ Con i vigili di guardia stop ai roghi nel campo La Barbuta
Sabaudia, ci risiamo: l'acqua è marrone e puzza
MIGLIAIA IN PIAZZA A MADRID CONTRO IL PREMIER SANCHEZ



wordpress stat