| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

Sei donne, cinque Pd, tre tecnici. Ecco l’eterogenea squadra di Marino

Alla fine deve ringraziare i grillini, la loro marcia indietro gli ha fatto comunque fare una bella figura. Eccola la squadra di Marino, composita, eterogenea, con un basso quoziente politico. Che sia anche in grado di governare è un altro discorso. Così pure il livello di autonomia è tutto da dimostrare. Ma rispetto alle giunte precedenti lo smarcamento è forte, la distanza è stellare. Sei donne e sei uomini, e anche l’ultimo rebus è stato sciolto: invece di Tommaso Antonucci, l’assessorato al Bilancio va a Daniela Morgante, magistrato della Corte dei Conti, 40 anni. Dodici equamente divisi tra tecnici e politici e tra uomini e donne.
“Domani pomeriggio – afferma il sindaco – alle 14.30 avremo la prima convocazione della nuova Giunta di Roma Capitale”. “Si svolgerà a porte chiuse – ha proseguito – ma credo sia giusto nei confronti della trasparenza che dopo voi giornalisti possiate incontrare i nuovi assessori”. “La prima delibera la decideremo insieme, sono sicuro che domani all’ingresso di Luca Pancalli non ci saranno barriere architettoniche in aula”, ha poi detto rispondendo a chi gli domandava se interventi sulle barriere architettoniche sarebbero stati oggetto delle prime delibere.
A metà pomeriggio, il sindaco di Roma, dopo i colloqui avuti stamattina, ha sciolto gli ultimi nodi – gli assessorati al Bilancio ed alla Mobilità – e il puzzle della sua squadra di governo ora è completo. Con la sorpresa dell’ultimo minuto: a guidare il delicato ruolo di assessore al Bilancio arriva una donna: “Giovane e molto preparata”, così la presenta Marino.Marino dedica qualche parola anche al mancato accordo con il M5S, con i cui consiglieri comunali era stato avviato “un persorso di confronto sul programma”. “Successivamente a questo percorso – ha commentato il sindaco – ci sono state affermazioni del leader carismatico che ha considerato non condivisibile questo percorso: non posso che dispiacermene. Spero comunque di poter collaborare su tutti quei temi trasparenza, legalità e open data sostenuti dal M5S”. Ecco che per il Pd ci sono il consigliere capitolino uscente Paolo Masini ai Lavori pubblici, la “lady preferenze” Estella Marino che da responsabile ambiente del partito a livello romano arriverà alla poltrona dell’assessorato, e Daniele Ozzimo, dalemiano, che conquista la Casa. Infine, Marta Leonori, altra dalemiana, che lascia la Camera dei Deputati per l’assessorato al Commercio. A Sel invece va la vice presidenza e la delega al Patrimonio con Luigi Nieri. Dall’urbanista Giovanni Caudo all’ex sottosegretario di Monti Guido Improta, dal campione paralimpico Luca Pancalli alla docente di economia Flavia Barca, passando per l’assistente sociale Rita Cutini e per la fedelissima del neo sindaco, Alessandra Cattoi, a cui va la Scuola
Bilancio
Ci va un magistrato quarantenne, Daniela Morgante, consigliera della Corte dei Conti dopochè fino all’ultimo si faceva il nome di Tommaso Antonucci, che ha lavorato a lungo come esperto di problemi economici alla Regione Lazio

Urbanistica
Giovanni Caudo, architetto e urbanista, è ricercatore presso l’Università degli Studi Roma Tre. Insegna progettazione urbanistica alla facoltà di Architettura. Si interessa degli aspetti teorici della disciplina e delle pratiche progettuali di costruzione della città. Le sue ricerche in corso sono rivolte ai contesti urbani in trasformazione, soprattutto riguardo ai quartieri di edilizia pubblica.

Mobilità
Guido Improta, nato a Napoli nel 1966, si è laureato in Scienze Politiche. Dal 2006 nel Gruppo Alitalia in qualità di Responsabile delle Relazioni Istituzionali. In occasione del secondo governo Prodi, è stato chiamato da Rutelli a ricoprire l’incarico di capo dell’ufficio legislativo del vicepresidente del Consiglio. È stato Sottosegretario alle Infrastrutture e dei Trasporti del governo Monti.

Stili di vita
Luca Pancalli, dopo aver vinto tre campionati italiani giovanili di pentathlon moderno dal 1978 al 1980, nel 1981 diventa tetraplegico in seguito ad una caduta da cavallo. Partecipa a quattro edizioni dei Giochi Paralimpici nel nuoto vincendo in tutto otto ori, sei argenti ed un bronzo. Vice presidente del Coni dal 2004 al 2012, è stato anche, ai tempi di calciopoli, commissario straordinario della Federcalcio. E’ artefice della nascita e dello sviluppo del Comitato Italiano Paralimpico.

Cultura
Flavia Barca, sorella dell’ex ministro del governo Monti Fabrizio, è docente di “Economia e gestione delle imprese di comunicazione” presso la facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo e coordinatrice dell’Istituto di Economia dei MediaIem della Fondazione Rosselli. Ha pubblicato articoli, saggi e libri sulla comunicazione.

Commercio
Marta Leonori, nata a Roma nel 1977. Subito dopo la laurea in Economia Aziendale a Roma Tre ha conseguito un master in innovazione e management nelle amministrazioni pubbliche e nel 2004 ha vinto una borsa di dottorato in economia e gestione delle aziende e delle amministrazioni pubbliche. Dal 2001 direttore della Fondazione Italianieuropei, è infine eletta deputata per il Pd.

Lavori pubblici
Paolo Masini, classe 1964, viene dal mondo del volontariato. Sposato con due figli, nel 1993 è stato eletto consigliere municipale nell’ex XVI circoscrizione fino al 2006, quando è entrato in assemblea capitolina dove si è occupato di memoria e cooperazione. Dipendente aeroportuale, nel 2008 è stato rieletto in Campidoglio ed è diventato vice presidente della commissione Scuola.

Ambiente
Estella Marino, ingegnere ambientale, 37 anni, è la “lady preferenze” delle passate elezioni. Dopo la laurea alla Sapienza, ha conseguito un master in economia aziendale alla Bocconi, poi un dottorato in tecnica urbanistica, infine è diventata funzionaria dell’Ater. Marino ha preso la sua prima tessera con la nascita del Pd, di cui è diventata responsabile per l’ambiente a livello romano.

Patrimonio
Luigi Nieri, nato nel 1954, dopo le lotte degli anni ’70, nel 1989 diventa consigliere comunale nelle liste dei Verdi. Poi, sposato, due figli, si allontana dalla politica per lungo tempo. Nel 2001 diventa assessore alle Politiche per le periferie nella prima giunta Veltroni e nel 2005 al Bilancio della giunta regionale Marrazzo. Nel 2010 viene eletto consigliere alla Pisana.

Casa
Daniele Ozzimo, nato 41 anni fa a Centocelle, si è avvicinato prima al volontariato poi alla politica, occupandosi di handicap e di servizi sociali nel territorio dell’ex V municipio, di cui nel 2000 è stato eletto segretario dei Ds. Dipendente della Trambus Spa, nel 2008 è entrato in assemblea capitolina diventando vice presidente della commissione Politiche sociali.

Servizi sociali
Rita Cutini, nata nel 1961, è dottore di Ricerca in Educazione Sanitaria. È assistente sociale e dal 1996 lavora alla Provincia. È stata docente e direttrice dei corsi organizzati dalla Provincia di Roma su diverse tematiche in particolare relative ai Servizi Sociali. Dal 2009 è vicepresidente del Centro Nazionale del Volontariato di Lucca.

Scuola
Alessandra Cattoi, fedelissima del sindaco Marino e coordinatrice del comitato elettorale, è una giornalista specializzata sulle tematiche della medicina. Laureata in Storia, ha svolto attività giornalistica per differenti testate. Ha lavorato presso lo University of Pittsburgh Medical Center e si è occupata della comunicazione per la Commissione d’inchiesta sul Servizio sanitario nazionale del Senato.

Ti potrebbero interessare anche:

SCENARI/ Bersani deve correre ai ripari. Al Senato potrebbe essere già sotto
CARCERI/ Medici penitenziari, allarme tubercolosi, Hiv ed epatiti
Piazza Navona, pronto il nuovo bando per la festa della Befana. Il Tar respinge il ricorso degli ope...
VATILEAKS 2/ Concessi gli arresti domiciliari a Mons. Vallejo
Michele Cucuzza, dall'esilio in Rai alla tv locale: approda su Retesole
Criticità medico-legali in chirurgia d'urgenza, convegno al San Pietro Fbf



wordpress stat