| categoria: turismo

EFFETTO CRISI/ Traffico, sarà un’estate senza bollini neri

Parte oggi il piano per la gestione della viabilità in vista dell’esodo estivo che, per la prima volta dopo diversi anni, non prevede alcuna giornata da “bollino nero”. Il piano, messo a punto da Viabilità Italia – il Centro di coordinamento del Viminale cui spetta la gestione delle situazioni di crisi – contiene una serie di misure informative ed operative per garantire la sicurezza degli spostamenti ed è pubblicato sui siti del ministero e della polizia. Una buona notizia per molti, una cattiva notizia, forse, per gli operatori turistici (e non solo): gli effetti della crisi si fanno sentire, e chi ha percorso le autostrade italiane in questi primi giorni d’estate, in cui il primo calo di flusso di veicoli commerciali e di auto utilizzate comunque per spostamenti di lavoro, viene comunque parzialmente compensato da camper, auto con barca al seguito e famiglie in palese assetto da vacanza, ha osservato strade quasi vuote. Anche di ospiti stranieri.

Il calendario con le date a rischio, spiegano asetticamente da Viabilità Italia, ha comunque tenuto conto del progressivo cambiamento dei costumi degli italiani, con flussi di traffico meno concentrati in una sola giornata e distribuiti nei week end di tutta la stagione estiva lungo direttrici di traffico che portano verso le località turistiche. Per questo non sono previste giornate da bollino nero, mentre la maggiore intensificazione del traffico è attesa a partire dall’ultimo week end di luglio, con una criticità particolare per sabato 3 agosto, giornata nella quale, sulla base di quanto registrato negli anni precedenti (l’anno scorso, sabato 4, la fascia oraria 6-14 era da bollino nero) si prevedono volumi di traffico molto sostenuti in alcune aree con possibili code.

Accanto alle misure di vigilanza garantite da Polizia, Carabinieri e dalle polizie locali, nei nodi più strategici per i flussi turistici verrà assicurata anche la sorveglianza aerea, con la trasmissione delle immagini dagli elicotteri e dagli aerei della Polizia alla centrale operativa di Viabilità Italia.

Il Centro, inoltre, monitorerà in ogni fine settimana l’andamento del traffico, fornendo aggiornamenti sulla situazione della circolazione ed indicazioni e consigli per chi è in viaggio. Nel dettaglio, il piano contiene l’indicazione delle direttrici maggiormente interessate dal traffico turistico, le misure di intervento predisposte da tutti gli Enti coinvolti, l’elenco cantieri inamovibili, l’indicazione delle misure informative e di assistenza per gli utenti, le informazioni per chi si muove in treno ed i servizi della Polizia Ferroviaria.

E’ sempre mare-mania. In effetti, comunque, la concentrazione delle vacanze nel solo periodo d’agosto sembra un ricordo. Secondo un sondaggio Confesercenti-Swg, il mese tradizionalmente preferito per le ferie nel nostro paese batterà quello che lo precede, ma solo per… 4-3: si prevedono, infatti, 13,4 milioni di vacanzieri ad agosto, contro 9,8 a luglio e una cifra di poco inferiore rispetto quest’ultimo mese tra maggio e giugno scorsi e settembre. Come sempre, la destinazione preferita sarà il mare: lo sceglieranno circa 12,8 milioni di italiani, il 50 per cento di coloro che andranno in vacanza (la somma dei numeri dei vacanzieri mese per mese eccede questo totale, evidentemente chi spezza le vacanze viene conteggiato più volte). In ogni caso, la quota degli amanti di mare, spiaggia e sole è in calo: era il 53 per cento l’anno scorso e addirittura il 73 nel 2006. Salgono invece le città d’arte, con il 14 per cento contro l’11 dell’anno scorso. Stabile la montagna, scelta dall’11 per cento dei vacanzieri italiani.

Ti potrebbero interessare anche:

La Calabria entra in classifica: Bova tra i 21 "gioielli d'Italia"
Vederoltre, il Festival di quelli che amano meravigliarsi
Viaggio nel Medioevo al castello di Zumelle
Ruffano, la perla nascosta del Salento
Cortina, non solo neve. Escursioni, cultura e shopping
Dal Sinai a Berlino, 500 camminate



wordpress stat