| categoria: Dall'interno

TNT, no ai licenziamenti dei lavoratori

“Chiediamo a Tnt il ritiro della procedura di mobilità”. Con queste parole Pasquale Paniccia, Segretario nazionale della Fit-Cisl ha ribadito la posizione della Federazione al colloquio di mercoledì scorso con Tnt in merito agli 854 lavoratori a rischio in tutta Italia.
Paniccia è tornato a chiedere ancora una volta “un piano industriale particolareggiato che metta in chiaro che la produzione deve restare in Italia. Sappiamo che le nostre posizioni non sono vicine, ma ci auguriamo di trovare in brevissimo tempo un percorso che salvi i posti di lavoro”.
Il Segretario nazionale si è anche augurato l’intervento del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Filippo Patroni Griffi, del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi e del Ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato, affinché “non restino silenti e convochino Tnt e i sindacati, così come richiesto da Filt-Cgil, Fit-Cisl e UilTrasporti in una recente lettera”. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Caro vacanza, biglietti traghetti +13,1%
TAXI/ Uber preoccupa anche Roma, la categoria pronta alla lotta
Università, niente esami. Scioperano i docenti in 70 atenei
Acqui Terme, picchiano un migrante e filmano l'aggressione con un cellulare
In panne con l'auto in A1: investiti e uccisi due fidanzatini,
Venezia: in bikini in un giardino pubblico, multa da 250 euro



wordpress stat