| categoria: sanità

Il ministro Lorenzin frena, Stamina non è ancora una cura

“I pazienti non devono pensare a Stamina come un metodo di cura perchè non lo è”. È un chiarimento che vale quanto un affondo quello del ministero della Salute Beatrice Lorenzin, a pochi giorni dalla durissime polemiche sul metodo ideato da Davide Vannoni e dalla Stamina Foundation, criticato dalla rivista Nature.

“Sbaglia chi – dice la Lorenzin ai microfoni di ‘Prima di tutto’ – in deroga alle norme vigenti a alla sospensione del Tar per quanto riguarda gli ospedali di Brescia, continua ad autorizzare pazienti a sottoporsi a delle cure che non sono tali, è un grande errore che crea confusione e illusioni nella fascia di popolazione affetta da malattie rare o incurabili”.

Il protocollo Stamina sarà presentato a inizio agosto da Davide Vannoni, il presidente di Stamina foundation, al ministero della Salute perché venga sperimentato,

ma intanto il ministro precisa: “Ricordo che il trattamento deve essere sperimentato e ancora non è chiaro per quali malattie potrebbe essere efficace, quindi non è una cura”. E sulle possibili speculazioni economiche alle spalle di Stamina, Lorenzin allerta: “Di fronte a vicende come questa che riguardano la sperimentazione di cure per malattie rare con metodologie non ortodosse è evidente che ci possano essere interessi economici in agguato”.

Ti potrebbero interessare anche:

FARMACI/ Ecco i "sorvegliati speciali", un bollino nero segnala i rischi
Il gruppo 'Obiettivo Risarcimento' alla Lorenzin: 'Convochi un tavolo, 45mila morti l'anno per error...
Anac aggiorna il Piano anticorruzione. Le aree più a rischio in sanità? Nomine e gstione dei defunti...
Rivoluzione in arrivo nella sanità, medici per 16 ore 7 giorni su 7
Vaccini, basterà l'autocertificazione per l'iscrizione
"Lea negati a oltre un cittadino su tre"



wordpress stat