| categoria: sanità

Veronesi, sperimentazione su Stamina è un errore

Umberto Veronesi

«Pur con tutta la comprensione umana per i genitori disperati, a mio giudizio (e mi scuso se è un giudizio duro), nel decidere una sperimentazione ufficiale i nostri politici si sono fatti guidare dall`ormai consueto vizio di dare ascolto alla piazza. Evidentemente nessun politico ha gli anticorpi per resistere agli striscioni, imploranti e minacciosi allo stesso tempo, che urlano «lasciateci curare i nostri figli». Lo scrive Umberto Veronesi nella sua consueta rubrica sul settimanale ‘Oggi’, da domani in edicola. Il periodico presenta anche un ampio articolo contenente la storia e le fotografie di un’altra bambina trattata con il metodo di Vannoni. Dopo Celeste e Sofia, anche Ginevra, testimoniano i genitori, già dopo la prima infusione con il metodo Stamina sta meglio. “Penso che anche la politica dovrebbe condividere con la scienza regole limpide e precise. Invece no – sostiene Veronesi – Si ripete per la cura con cellule staminali lo stesso canovaccio delle vicende Bonifacio e Di Bella. I giudici che entrano a gamba tesa per far ottenere la cura alle famiglie, un magistrato che invece scoperchia retroscena inquietanti, la comunità scientifica internazionale che avanza fondatissimi dubbi, le autorità sanitarie che dapprima resistono e poi cedono a una “rivolta” che ormai non è solo in piazza, ma anche in rete. Così, la sperimentazione si farà”. “Per svariati milioni di euro. Coinvolgendo strutture sanitarie e impegnando il tempo di esperti in malattie neurodegenerative. Voglio sperare che il trial non si appiattirà sulle ‘condizioni’ già dettate dall`inventore della cura, ma non posso non rilevare che la sperimentazione appare già compromessa in partenza dalla mancanza di fiducia nella ‘neutralità’ degli sperimentatori. Se i risultati saranno negativi, il verdetto della scienza sarà accettato? Oppure si parlerà, sempre secondo canovaccio, di ‘complotto’ della scienza ufficiale?”. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Welfare, oltre 3,3 milioni i caregiver che assistono familiari in difficoltà
ABRUZZO/ Riprende l'iter del nuovo ospedale di Avezzano, a Tagliacozzo riapre il 3° piano
L'INDAGINE/ Specializzazione off limits per il17% dei laureati in medicina
Medici di base divisi sullo sciopero, no da alcune sigle
SCHEDA/ Ebola, così'è il virus, come attacca e come proteggersi
ABRUZZO/ Seconda udienza al processo di appello su Sanitopoli



wordpress stat