| categoria: editoriale, Senza categoria

Siamo con l’acqua alla gola, per favore liberateci del caso-Berlusconi

Ne abbiamo abbastanza, come paese siamo con l’acqua alla gola, ci tagliano il rating, non riusciamo a trovare la quadratura del cerchio, le tasse ci soffocano. e abbiamo un problema Berlusconi. Se lo condannano salta il governo. Politica o meno che sia la sentenza la gente comune non riesca a capire come le sorti dell’Italia siano così intimamente legate alle vicende giudiziarie e alle condanne del Cavaliere. Non è giusto, non è corretto, non è democratico. Si trovi un accordo su questo, qualcuno porti per mano il paese fuori dal tunnel nel quale qualcuno ci ha cacciato. E facciamola finita con le minacce, le ritorsioni. Non si faccia pagare la classe media, che sta sopportando il peso della crisi, non si facciano pagare le imprese. Paghini chi può, chi specula e si arricchisce, si taglino spese di rappresentanza, si limi ancora quel superfluo. Si tagli la benzina alle auto blu, si vendano i palazzi del potere, si taglino le consulenze, le super pensioni. Ma non si faccia pesare al paese la condanna vera, virtuale, ipotetica del Cavaliere. La rivolta, a questo punto, ci sarà sul serio.

Ti potrebbero interessare anche:

BIT/ Turisti cinesi a frotte, ma con esigenze particolari. E gli operatori si adeguano
Bersani non molla, con il Pdl la trattativa sotto sotto non è chiusa
Caso Aldovrandi, spostato ad altro incarico il questore di Ferrara
Simona è morta per le percosse. Ora si indaga per omicidio
Bolivia, si ribalta bus turistico: morti tre italiani
Arrivano i buyers stranieri, a Caltanissetta vetrina per agroalimentare



wordpress stat