| categoria: In breve, Senza categoria

Belfast, terza notte di violenze orangiste

Centinaia di protestanti hanno manifestato a Belfast e sostenuto scontri con la polizia, nella notte a margine delle tradizionali marce protestanti dell’Ordine di Orange. E’ stata la terza notte consecutiva di disordini nonostante l’appello alla calma del premier nord-irlandese, Peter Robinson. I manifestanti hanno aggredito gli agenti lanciando bombe molotov, pietre e altri oggetti contundenti, mentre la polizia reagiva con raffiche di pallottole di gomma. Un poliziotto e’ rimasto ferito.In realta’ gli scontri non sono stati cosi’ violenti come nelle due notti precedenti. Ma il premier ha chiesto la calma: “E’ molto importante che le proteste si fermino. E’ importante mantenere il sangue freddo e spero che la popolazione ascolti gli appelli dell’Ordine di Orange affinche’ cessino le violenze. L’unico tipo di protesta giustificato e’ quella pacifica e legittima”. Le violenze sono cominciate venerdi’ quando la polizia ha cercato di far rispettare la decisione delle autorita’ che avevano proibito ai dimostranti orangisti di attraversare in parata un quartiere cattolico di Belfast. Quest’anno infatti la Commissione per le Parate, creata nel 1997 per sorvegliare lo svolgimento delle iniziative e prevenire i conflitti, ha deciso di impedire il passaggio nel sobborgo di Ardoyne. Con la parata, l’Ordine degli Orangisti ricorda la vittoria di Guglielmo d’Orange sull’ultimo re cattolico, Giacomo II, nel corso della battaglia di Boyne combattuta dal primo al 12 luglio del 1690.

Ti potrebbero interessare anche:

Sorpresa, anche la Juve prova a prendere Balotelli
Il disgelo Usa-Iran passa anche per Twitter
Modena, pagano due sicari per uccidere il padre e intascare l'eredità: arrestati figlia e compagno
Rom “sfrattati” dall'ex cartiera: via tutti perchè il Comune non paga
Terremoto a Ischia: morte due donne, 39 feriti
Legge bilancio, Padoan: 'Pochissime risorse, Pil non basta'



wordpress stat