| categoria: Dall'interno

A 10 anni dalla morte di Sandro Ciotti, il ricordo della voce di “Tutto il Calcio minuto per minuto”

Sandro Ciotti

Difficile dimenticare la sua voce roca e il suo modo inconfondibile di “prendere la linea”. Dieci anni fa moriva Sandro Ciotti, voce storica della Rai e di Tutto il calcio minuto per minuto. Fuoriclasse del microfono, Ciotti seguì da inviato Rai il Festival di Sanremo per 40 edizioni, raccontò 15 Giri d’Italia, 14 Olimpiadi e 9 Tour de France e fece la radiocronaca di qualcosa come 2.400 partite: l’ultima un Cagliari-Parma del 12 maggio 1996. Dal 1986, per otto edizioni, fu il padrone di casa alla ‘Domenica Sportiva’. “Il tratto speciale di Sandro? L’ironia – ricorda Bruno Gentili all’Ansa -. Era formidabile a sdrammatizzare ogni situazione. Era un vero appassionato e assoluto intenditore di calcio, ma cercava comunque di renderlo lieve e di estrarne tutto quello che c’è di positivo. Una lezione, un comportamento che andrebbe seguito”.
Sandro Ciotti era uno di quei conduttori radiofonici che era in grado di raccontare una partita e “farla vedere”, anche solamente guardando una parete bianca.
Questa mattina Sandro Ciotti è stato ricordato su Radio Rai da tutti coloro che lo hanno conosciuto e affiancato nel corso della sua carriera radiofonica. “Non temere il microfono, ma rispettarlo sempre”: così lo ha ricordato Riccardo Cucchi a “Radio anch’io”.
“E’ un omaggio sentito a chi per oltre quarant’anni è stato un autentico uomo-Rai, un grande giornalista del servizio pubblico – ricorda Preziosi – partendo dal suo grande amore al quale prestò la sua voce e i suoi racconti: la radio”. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Almeno cinque morti (uno italiano) per una valanga sulle alpi francesi. Due fermati
Scuola media di Roma organizza "gran ballo fascista", poi revoca l'evento
Tar annulla nomine 5 direttori musei. Ira Franceschini: 'Non ho parole...'
BABY GANG ACCOLTELLA MINORE A NAPOLI, FERMATO BRANCO
Quattro scosse nel Catanese: crolli, feriti e paura
Scuola, iscrizioni al via dal 7 gennaio: c'è tempo sino al 31



wordpress stat