| categoria: regioni, sanità

In Lombardia più servizi per autismo

Proseguire e stabilizzare le iniziative di sostegno per le persone autistiche, già sperimentate in questi anni in alcune Asl lombarde, garantendo finanziamenti certi e estendendole capillarmente su tutto il territorio regionale. Lo prevede una risoluzione presentata dai consiglieri regionali Silvana Santisi Saita e Fabio Rolfi (Lega Nord) e approvata ieri mattina all’unanimità in Commissione Sanità, presieduta da Fabio Rizzi (Lega Nord). Il documento impegna la Giunta regionale lombarda ad attivare, nelle Asl, corsi di formazione specifici per pediatri in modo da favorire una diagnosi il più possibile precoce delle patologie di autismo. E anche a stabilire protocolli con criteri il più possibile oggettivi per la valutazione del grado di disabilità. “Quello approvato oggi è un ottimo documento su un tema di rilevanza sociale importantissimo – sottolinea in una nota Santisi Saita – Ora però occorre intervenire immediatamente perché il Governo nazionale riconosca l’autismo nei codici autenticativi dell’Inps per l’ottenimento dell’assegno di accompagnamento: su questo tema non dobbiamo fermarci, sono pronta a portare la mia battaglia fino a Roma”. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Chirurgia plastica, Italia sesta al mondo per numero di interventi
L'Italia segue la Francia: niente sigaretta elettronica nei luoghi pubblici
Sette milioni di italiani hanno bisogno di ausilio auditivo?
AIFA/ Spesa farmaceutica, gennaio/maggio 2016. I conti sono già in rosso per 1,2 miliardi
Campobasso, quella strana richiesta di "integrazione" Cardarelli-Fondazione Giovanni Paolo...
Sorpresa, siamo a corto di medici. Milioni di italiani in difficoltà entro cinque anni



wordpress stat