| categoria: sanità, Senza categoria

Triplicati a Roma interventi traumi a menisco e ginocchio

Calcio e calcetto si confermano gli sport piu’ a rischio per i traumi, in particolare al ginocchio. I dati del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma resi noti dal prof. Francesco Franceschi, specialista in Ortopedia e Traumatologia, in particolare dello sport, Ricercatore e Docente di Chirurgia artroscopica, indicano che dal 2008 al 2012 sono triplicati gli interventi sul menisco e sui legamenti crociati, passati da 148 a 397 unita’. “Abbiamo assistito a Roma in questi ultimi cinque anni – precisa – ad un notevole aumento degli interventi al ginocchio per traumi sportivi in una fascia tra i 16 e i 35 anni, dovuti principalmente al calcio e al calcetto, che sono i piu’ pericolosi per questa parte del corpo esposta a ripetuti colpi violenti”. “Ma anche la riparazione della cuffia dei rotatori e la riparazione della lussazione della spalla – aggiunge – sono saliti in percentuale al Policlinico Campus Bio-Medico del 122% negli ultimi cinque anni”. In testa al notevole aumento di interventi sul ginocchio, il menisco con asportazione di cartilagine semilunare, seguito dalla riparazione dei legamenti crociati. Interventi che, nota Franceschi, “Oggi, grazie all’utilizzo della chirurgia mini invasiva che si esegue in maniera non cruenta attraverso dei forellini dentro cui si inserisce un microscopio collegato ad un televisore munito di microstrumenti”. “L’aumento degli interventi al ginocchio – prosegue il Prof. Franceschi – e’ da imputare anche ad una maggior esigenza sia fisica che psicologica di pratica sportiva intesa anche come mezzo di coesione sociale, ad una continua evoluzione dei mezzi diagnostici sempre piu’ sofisticati, e non ultimo, ad una corretta ed amplificata comunicazione sugli interventi causati da traumi sportivi, come quelli dei calciatori di serie A, che dopo un intervento al ginocchio, rientrano in campo a giocare, con tempi abbastanza rapidi”. Secondo l’Istituto Superiore di Sanita’ anche nel 2012 sono stati 300 mila i traumi sportivi l’anno su 17 milioni di italiani che praticano sport di vario genere.

Ti potrebbero interessare anche:

Riprenderanno i lavori del ponticello di via Portuense
No alla notturna Napoli-Roma. A rischio anche i derby della capitale
La "vendetta" di Renzi, Boschi e La7, un teatrino insopportabile
Ricercatori precari senza contratto, giornata di mobilitazione negli Irccs pubblici italiani
OTTO ITALIANI SU 10 CHIEDONO INFERMIERE DI FAMIGLIA
La risonanza magnetica della neuromelanina può confermare la diagnosi di Parkinson



wordpress stat