| categoria: Dall'interno

Il “caso De Cataldo” si ingarbuglia, entra in campo la ex moglie

Foto postate su FB di Anna Laura Millacci, ex compagna dell'artista Massimo Di Cataldo

Colpo di scena nel “caso De Cataldo”. Intervistata dal Messaggero, Jorgelina Borda Amezaga, prima moglie di Massimo Di Cataldo, attacca Anna Laura Millacci, che ha denunciato l’ex via Facebook dividendo la rete: “Credo che quella donna sia una persona squilibrata, che ha fatto molto male a me e a mia figlia… Quando vivevamo a Trastevere, con Massimo, lei lo perseguitava, citofonava a tutte le ore della notte, nonostante io avessi una bambina piccola, la mia primogenita, Carlotta, che dormiva. Lo tempestava di messaggi per costringerlo a scendere. Mi sembrava ossessiva ed emozionalmente squilibrata. Massimo mi avrà tradito con 500 donne, ma lei non gli dava tregua, nemmeno quando lui pensava di ricostruire la famiglia. Ha invaso la nostra vita quotidiana, ha fatto tanto male a Massimo e a me”.

E Anna Laura torna a scrivere su Facebook: “Passata la tempesta uscirà fuori la verità che solo le autorità giudiziarie potranno stabilire al di là dei gossip, delle falsità o tentativi di difendere la facciata pubblica del cantante. Questo assurda agogna mediatica io non la volevo di certo, ma riprendermi la mia dignità…quello si. Per me e le mie figlie che sono l’unico mio successo. Mi sono decisa a mostrare la verità dopo un mese dall’accaduto perché mi sono accorta che addirittura i miei genitori avevano creduto alla sua versione di Massimo in cui negava tutto. Quelle foto scioccanti erano l’unica possibilità che avevo per far capire a mia madre e ai miei amici manipolati da massimo, come fossero andate realmente le cose. E’ stato un gesto disperato di riprendermi la mia credibilità. Ma finalmente ora sono serena e non ho fretta. E’ solo una questione di tempo ma tanto la giustizia uscirà fuori. E ce n’è una sola, quella dimostrata dai fatti e dalle prove. Finalmente sono riuscita ad affidarmi alla legge in cui credo profondamente, tutto il resto sono solo chiacchiere o inutili scoop a cui non sono interessata ad assistere. Non cerco pubblicità. Ringrazio tutti per la solidarietà e soprattutto sono profondamente vicina alle migliaia di donne che mi hanno scritto e testimoniato la loro storia. Non mollate mai, il coraggio paga sempre, anche se lo so….è dura. Anna Laura”.

“Sto gia’ prendendo provvedimenti legali per la grave accusa che ho subito. Ora il mio lavoro, seppur compromesso da questa imbarazzante vicenda, viene dopo, prima c’e’ la mia dignita’ di uomo. La verita’ verra’ a galla. Io non temo poiche’ non ho niente da nascondere”. E’ un passaggio della lunga autodifesa pubblicata su facebook dal cantante Massimo Di Cataldo, dopo che la ex compagna ha pubblicato sempre sul social network delle foto choc su presunte violenze subite proprio ad opera di Di Cataldo. “Ho letto i giornali stamattina – scrive il cantante – e sono scioccato per come questa assurda notizia sia stata pilotata contro di me, con tanta leggerezza. Alcune persone gia’ mi condannano pur senza un contraddittorio, altre mi stanno sostenendo e le ringrazio con tutto il cuore, non vi state sbagliando!”.

“Chi mi conosce veramente – prosegue – e sa come stanno davvero i fatti mi sta dimostrando grande affetto. E assurdo. Io non ho fatto nulla di cio’ per cui vengo accusato, credetemi. Ho amato questa donna per tanti anni, al punto anche di annullarmi per lei, e oggi non la riconosco piu’, visto che, con tanta sconsideratezza, ha messo in scena questa farsa. Un’esperta in comunicazione come lei come non poteva prevedere tutto questo? La nostra storia – scrive ancora Di Cataldo – era arrivata a un punto limite, nonostante il bene che le volessi, ed era ormai insostenibile per me (per questioni di cui preferisco non parlare in questo momento e in questa sede per l’affetto che ho nei suoi confronti). Mi trovo nella posizione di non volermi difendere usando gli stessi mezzi che lei ha usato per umiliarmi pubblicamente poiche’ credo ancora nell’amore e nella giustizia, e lealmente vorrei difendere (lo devo a mia/nostra figlia) la dignita’ di una persona che per la sua ambizione e per le sue aspirazioni egoistiche ha inscenato tutto questo. Sono io ad essere stato colpito duramente e i segni che porto non si possono certo evidenziare ad arte in una fotografia”.

E’ tutta ancora da chiarire la vicenda che vede protagonisti il cantante Massimo Di Cataldo e la sua ex compagna, Anna Laura Millacci, la quale ha riferito di aver subito violenze. La donna nelle scorse ore ha infatti pubblicato sul proprio profilo facebook una foto che la ritrae insanguinata e con il volto pieno di lividi ed ha asserito di essere stata picchiata dal cantante una ventina di giorni fa. Sul caso sono in corso accertamenti da parte della squadra mobile di Roma anche se ufficialmente non e’ stata presentata alcuna denuncia. Anna Laura Millacci, artista visuale e madre di una bambina avuta con il cantante romano, potrebbe essere convocata nelle prossime ore negli uffici della questura per chiarire quanto da lei scritto sul social network. Intanto gli investigatori sono al lavoro per accertare l’autenticita’ della foto pubblicata su facebook.

Ti potrebbero interessare anche:

MALTEMPO/ Arriva l'inverno. Pioggia, vento, freddo e neve
SCUOLA/In arrivo le prove Invalsi, si comincia martedì alla Primaria
Napoli: vietato rovistare tra rifiuti
Tampona ciclista e lo soccorre, investiti e uccisi entrambi
All'Aquila l'estate di spettacoli tra cantieri e palazzi restaurati
TRAGEDIA DEL MARE, RECUPERATI I CORPI DI MAMMA E BIMBA



wordpress stat