| categoria: sport

TENNIS/Fognini nella storia, vince anche ad Amburgo

Il mese di luglio e la Germania portano bene a Fabio Fognini, che compie l’impresa e assurge a numero 1 del tennis italiano. Una settimana dopo aver vinto (domenica scorsa) a Stoccarda il primo titolo in carriera, il 26enne ligure ha conquistato il secondo, battendo in finale ad Amburgo, anche qui sulla terra rossa, l’argentino Federico Delbonis: 4-6, 7-6 (8), 6-2. Un uno-due straordinario, un exploit di portata storica, grazie al quale Fognini, nell’ultima classifica Atp numero 25 del mondo, entrera’ domani, per la prima volta in carriera, nella Top 20, salendo al numero 19 e sostituendo come primo degli azzurri Andreas Seppi, ora n. 24. A Stoccarda, il campione di Arma di Taggia era stato il primo italiano in assoluto ad aggiudicarsi il torneo; ad Amburgo, il primo a vincere dopo 36 anni (nel 1977, l’impresa era stata di Paolo Bertolucci, nel 1960 di Nicola Pietrangeli). Contro Delbonis, un promettente mancino di 22 anni, numero 114 mondiale, Fognini ha vinto in rimonta, faticando non poco. Perso il primo set, ha annullato all’argentino tre match-point nel tie-break della seconda frazione. Poi sono venute fuori l’esperienza e la classe di Fabio, e il terzo set e’ stato in discesa. Non va dimenticato, d’altra parte, che in semifinale, ieri, Delbonis aveva eliminato, sconfiggendolo in due set al tie-break, nientemeno che Roger Federer, numero 5 del ranking: il fuoriclasse svizzero, al quale la racchetta piu’ grande non ha portato fortuna (ad Amburgo, per la prima volta dopo oltre 10 anni, ha adottato, come la maggioranza dei colleghi, una con piatto corde di 98 pollici quadrati, invece che di 90), e’ apparso lento e appannato, probabilmente handicappato dal perdurante problema alla schiena. Con il trionfo in finale (la sua quarta dal 2012) al ‘Bet-at-home Open German tennis Championships’, torneo Atp 500, con montepremi di 1.230.500 euro che si disputa nello storico Rothenbaum tennis center della citta’ anseatica, sono 10 i match vinti di fila dal tennista ligure. Nella strada verso il suo secondo titolo, Fognini ha superato, tra gli altri, lo spagnolo Marcel Granollers che, nel secondo turno, aveva eliminato Seppi; poi, nei quarti di finale – bissando Stoccarda nella stessa fase, e con identico punteggio – il beniamino del pubblico di casa, il 35enne Tommy Haas, n. 11 mondiale; in semifinale, ieri, un osso duro come lo spagnolo Nicolas Almagro, n. 15, uno dei piu’ forti sulla terra rossa. A quel punto, probabilmente, il piu’ era fatto, anche perche’ Delbonis aveva tolto di mezzo Federer. Ma la grinta e la resistenza di cui ha dato prova oggi l’outsider argentino, arrivato dalle qualificazioni, dimostrano che le vittorie contro il campione svizzero e, in precedenza, contro lo spagnolo Fernando Verdasco, non erano un caso. E Fabio – primo azzurro a vincere due titoli consecutivi, dopo Adriano Panatta nel 1976 (Roma e Roland Garros) – e’ entrato a pieno titolo, e con tutti gli onori, nella storia del tennis italiano.

Ti potrebbero interessare anche:

Juve, recital di Pogba, bianconeri a +5 dalla Roma
INTER/ Mancini non avrà Miranda, ma Perisic è carico
Fiorentina, tutto su Zarate per puntare allo scudetto
Udinese-Torino 1-5: Jansson, Acquah, doppio Martinez e Belotti, che manita
FOCUS/ NAPOLI:ZONA CHAMPIONS PIÙ VICINA MA TESTA A LISBONA
PIOLI 'NON MOLLO MA SERVONO IDEE CHIARE



wordpress stat