| categoria: primo piano

Sicilia, Crocetta: “160 dipendenti del 118 pagati per stare a casa”

Scoperta la truffa delle ambulanze della Regione Sicilia. «Nella gestione del 118 abbiamo scoperto uno spreco di risorse spaventoso, fatto di furti al sistema pubblico. Oltre 160 dipendenti sono rimasti a casa per due anni, dal 2011 al 2012, pur percependo lo stipendio per un danno di 9 milioni di euro». Lo ha rivelato il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, a Palazzo d’Orleans incontrando la stampa.

«Mentre stavano a casa -ha proseguito- il 118 ha realizzato lavoro straordinario per 53 mila ore. Questi dipendenti, inoltre, hanno maturato due anni di ferie non godute per un totale di 274 mila ore di ferie. E come se non bastasse hanno anche percepito in questi due anni un premio di produzione di 900 euro ciascuno». Il governatore ha sottolineato anche una cattiva gestione globale del servizio 118 che ha determinato uno spreco per 20 milioni di euro. «Immediatamente convocheremo le strutture operative perché é una situazione insopportabile». Anche il deputato Leoluca Orlando nel 2011, all’epoca in cui era presidente della commissione parlamentare su sprechi ed errori sanitari, aveva aperto un’inchiesta. Finita, però, chissà dove.O forse, politici a parte, la procura siciliana dovrebbe vederci chiaro su un caso come questo. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Rai, Renzi tratta con FI. Monica Maggioni verso la presidenza?
Sicilia, la Regione salva i 24mila forestali
La minoranza Pd sfida Renzi e non firma il referendum costituzionale
Pd crack, si fa il congresso. E la scissione?
Auto travolge antirazzisti in Virginia.Tre morti e oltre 35 feriti
Coronavirus, misure drastiche decise dal governo



wordpress stat