| categoria: editoriale, Senza categoria

Invece di litigare i politici pensino a ridurre sul serio, e subito le tasse

Adesso basta, è veramente troppo. Che si debbano anche sopportare sulla carta stampata i dibattiti interni al Pd è veramente cosa che fa uscire dai gangheri. Il vice ministro Fassina (nonché mente lucida – si fa per dire – del gruppo dirigente del Partito Democratico) dice delle ovvietà può far sorridere, che i suoi compagni di partito e la Cgil lo bacchettino platealmente e che i giornali non prendano adeguata posizione irrita. E non solo. Tutti noi italiani, in forma e con modalità diverse cerchiamo di arrangiarci con il fisco. Dobbiamo sopravvivere, tutti – governo compreso – ammettono che siamo oltre i limiti di tassazione tollerabile, che così è disumano, antieconomico e antidemocratico. Ma Fassina non lo può dire, non può dichiarare l’ovvio senza essere ripreso. Meglio sarebbe che chi discute di questo si impegnasse sul serio per allentare la pressione fiscale, facesse scioperi della fame, manifestazioni di protesta, si autotassasse, facesse proposte realizzabili, costringesse chi froda sul serio a pagare e tutelasse chi fatica a sopravvivere, come dice Fassina. Ma il dibatitto sterile sui media no, non è tollerabile. Anche i media dovrebbero svegliarsi, pubblicando le liste di proscrizione, nomi e cognomi di chi a spese della collettività ingrassa, raccogliendo firme per cambiare le leggi, scioperasse contro l’informazione politica vuota e offensiva. E’ chiedere troppo?

Ti potrebbero interessare anche:

CIVITAVECCHIA/Federlazio: al via il tavolo con Enel per imprenditoria
PD, 770mila persone ai banchetti. I nuovi iscritti sono 23.200
Truffe, scoperta frode da 39 milioni di euro su fondi per la disoccupazione
Possibile sospensione patente per chi guida e usa smartphone
Raggi: in arrivo tram a viale Marconi, fino a Trastevere
L'amara lezione di Genova, tutti sapevano



wordpress stat