| categoria: sanità

Specializzandi dell’ultimo biennio possono prestare servizio nel Servizio Sanitario Nazionale

Gli specializzandi all’ultimo biennio possono essere inseriti nel Servizio sanitario nazionale e prestare servizio. Lo ha sottolineato il ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, evidenziando il contenuto dell’articolo 7 del Ddl proposto dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin. “Spetta alla scuola di specializzazione e non alle Regioni – ha puntualizzato Corazza – la decisione su come impiegare gli specializzandi”. Per il ministro si tratta di “un articolo delicato che tocca un tema importante come la formazione dei medici e la loro immissione nel Ssn. Prevede accordo fra tutti i soggetti che hanno in carico la formazione e l’impiego dei medici: Regioni, ministero dell’Economia, della Salute e dell’Universita’. E’ un’opportunita’ per iniziare una discussione su questo tema, per il futuro del Paese molto importante”. L’articolo inserito nel Ddl sul tema, ha evidenziato Lorenzin, “non e’ esaustivo, ma e’ un ‘chiodo’ che mettiamo per aprire il dibattito parlamentare e che ha lo scopo di agevolare l’accesso dei giovani alla professione medica, accrescendo la loro partecipazione alle attivita’ professionali”.

Ti potrebbero interessare anche:

Livelli assistenza garantiti solo da 8 Regioni su 16
ANTITRUST/ 1 - Per le farmacia si deve cambiare modello, sì a un numero minino
Influenza in anticipo: primo caso virus A/H3 a Bologna, e' un'anziana
Alle Regioni 70 milioni su assistenza ad alunni con disabilità fisiche o sensoriali
Vicenza, si apre la rassegna Alzheimer 2016. Per un’etica del prendersi cura
Il Veneto approva la riforma: le Asl sono 9 e nasce l'Azienda 0



wordpress stat