| categoria: Roma e Lazio

Restyling del Colosseo, tutto regolare per gli sponsor?

La procura indaga sul Colosseo. Dopo Tar, Antitrust, Authority sugli appalti e Consiglio di Stato la magistratura penale ha aperto un fascicolo per verificare la regolarità del contratto di sponsorizzazione da 25 milioni di euro, stipulato tra i Beni Culturali e Tod’s. Soldi con i quali potrà essere restaurato l’Anfiteatro Flavio e grazie ai quali la società di Della Valle beneficerà dei diritti d’immagine, in esclusiva, per 15 anni. Il fascicolo, aperto dal pubblico ministero Maria Letizia Golfieri, per ora senza ipotesi di reato, vuole fare chiarezza proprio sulle modalità dell’affidamento per la “sponsorizzazione pura”. Il contratto firmato in favore di Tod’s, per il solo finanziamento degli interventi da fare al Colosseo, dopo che il primo bando per la “sponsorizzazione tecnica”, che comprendeva anche interventi di restauro, non aveva trovato offerte adeguate.L’indagine è partita dopo la trasmissione degli atti in procura da parte del Consiglio di Stato, che sta tuttora decidendo su un esposto del Codacons. Secondo l’associazione dei consumatori la procedura per l’affidamento del progetto sarebbe avvenuta in tempi troppo ristretti. Le due società concorrenti di Tod’s, la Fimit e la Ryanair, avrebbero ricevuto dal Commissario delegato, Roberto Cecchi, una lettera d’invito a presentare il proprio progetto datata 10 gennaio 2011, con un termine fissato al 12 gennaio.

Inoltre, si legge nell’esposto, il periodo di sfruttamento d’immagine del Colosseo da parte di Tod’s sarebbe

stato prolungato fino a quindici anni, sebbene lo stesso gruppo, presentando il primo progetto all’amministrazione, ne aveva chiesto il diritto in esclusiva “per il periodo di esecuzione dei lavori e il biennio successivo”. Fatti che potrebbero configurare “il reato di turbata libertà degli incanti e abuso d’ufficio”. La vicenda nasce nell’agosto 2010 con la pubblicazione di un avviso per la “Ricerca di sponsor per il finanziamento e la realizzazione di lavori per il Colosseo” – sponsorizzazione tecnica – . Si presentano tre candidati: Ryanair, Tod’s e Fimit, le cui offerte non risultano conformi alle modalità previste. Motivo per cui l’amministrazione, dopo l’ultima offerta presentata da Della Valle, il 30 dicembre del 2010, ricorre ad una procedura negoziata, per il solo finanziamento degli interventi – sponsorizzazione pura – . Dopo venti giorni, all’esito della trattativa, viene stipulato il contratto con la Tod’s per 25 milioni di euro.

Ti potrebbero interessare anche:

RIFIUTI/ VIII Municipio, Catarci: 'L'AMA boicotta il Sindaco'
L'ULTIMA DI MARINO/ Il sindaco apre ai quartieri a luci rosse
Città del Gusto, ruspe sulla sede di Marconi: al suo posto nuovi appartamenti
Piazza del Popolo, al via il capodanno cinese. Musiche e sfilate
L'INTERVISTA/ Lombardi, la sfidante a cinque stelle
LAZIO: ESPULSIONE CONSIGLIERA 'RIBELLÈ, È CAOS IN FI



wordpress stat